Home / Archivio / Cattani: “Voto alla Npc? 6,5. Ci serve sponsor da 200mila euro per mantenere la Serie A2”
Cattani_GVN_6060_Life

Cattani: “Voto alla Npc? 6,5. Ci serve sponsor da 200mila euro per mantenere la Serie A2”

(di Roberto Pentuzzi) Con la gara di questa sera a Roma si conclude l’anno solare, in cui la Npc ha disputato complessivamente 28 partite di campionato, più amichevoli varie, ed il voto globale del presidente Giuseppe Cattani è un 6,5.

“Il mio bilancio è moderatamente positivo – analizza il presidente reatino – più o meno siamo riusciti a fare quello che avevamo programmato. In questi tre anni di Serie A, l’investimento della società è stato in piccola continua crescita, il più grande rammarico è stato di non aver raggiunto l’obiettivo di chiudere con uno sponsor importante, con una società finanziaria americana, che a 4 giorni dall’accordo è saltato. Ci avrebbe cambiato molto le prospettive, ora non abbiamo contatti nel breve di questo tipo, d’altronde servirebbe una sponsorizzazione di circa 200mila euro per riuscire a programmare e consolidare la A2 per i prossimi anni”.

“Sinceramente che la città di Rieti possa permettersi questa categoria – prosegue Cattani – e con tanti sforzi, parlare di A1 è un sogno, comunque anche questo campionato per noi è un bel fiore all’occhiello, che ci fa da traino anche per realizzare il progetto ‘Npc giovani’, che è in continua crescita. Nel percepito della palla a spicchi italiana, anno dopo anno cerchiamo di farci vedere sempre di più, solo alcuni procuratori ogni tanto con noi ‘giocano’ troppo”.

Nella stagione attuale, la Npc ha gestito due allenatori. “Non posso certo rinnegare quello che abbiamo ottenuto con Luciano Nunzi – aggiunge il presidente di Rieti – poi qualcosina si è rotto ed abbiamo preso altre decisione. Da brava persona quale è, Nunzi è stato un esempio di chi soffriva un po’ il rapporto con procuratori. Ora con Alessandro Rossi abbiamo di fronte una stagione impegnativa, ha tutta la fiducia della società, poi a fine campionato, si vedrà”.

“Ho tre obiettivi per il 2018, oltre a far durare la nostra stagione della prima squadra più possibile: risolvere nella migliore maniera possibile la gestione del PalaSojourner, ad AriaSport scadrà il contratto, e poi ristrutturare il campetto di Regina Pacis e, in ultimo, spero di soffrire di meno durante le partite“.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email