giannini_martina28lorenzetti

Dal Giappone a Rieti per osservare il lavoro dell’Archivio di Stato

Una delegazione di professori del National Institute of Japan Literature, sarà a Rieti mercoledì 8 febbraio presso l’Archivio di Stato di Rieti per prendere visione del lavoro svolto dall’Istituto reatino nel contesto del recupero degli archivi storici nei centri colpiti dal terremoto.
La visita tutt’altro che formale si inserisce nel vasto progetto “Marega” frutto di un accordo sottoscritto tra Papa Francesco e il governo giapponese.  I professori giapponesi prenderanno visione delle tecniche di recupero , di condizionamento dei documenti nei contenitori realizzati dai laboratori dell’Archivio di Stato di Rieti e del lavoro di restauro in corso presso lo stesso istituto reatino.
I professori giapponesi saranno accompagnati da un giornalista di una agenzia di stampa giapponese. L’archivio di Stato Rieti sta svolgendo un grosso lavoro di recupero della memoria storica nei centri colpiti dal sisma. Oltre agli archivi di Amatrice e Accumoli sono stati recuperati decine di archivi parrocchiali nelle varie frazioni, quello dell’ex Stazione sperimentale di cerealicoltura (archivio Strampelli) e nella giornata odierna  è in corso il recupero dell’archivio dell’istituto Don Minozzi, Gli archivi parrocchiali dopo essere stati ricondizionati sono stati già restituiti alla Curia Vescovile.

“Siamo fortemente impegnati su questo fronte – ha dichiarato il direttore dell’archivio di Stato Roberto Lorenzetti – anche con un gruppo di dipendenti volontari che  insieme alla soprintendenza archivistica, all’Icrcpal, ai vigili del fuoco e ai carabinieri del nucleo Tpc stanno garantendo il salvataggio di questi preziosi beni culturali i quali, aldilà del loro valore storico, saranno fondamentali nella prossima fase di ricostruzione dei nostri centri”. Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email