whatsapp-image-2016-11-22-at-08-48-18

Gli studenti del Pedagogico protestano: “Si poteva trovare un’altra soluzione anche per noi”

(r.l.) Protesta di alcuni studenti questa mattina alle Magistrali: le lezioni, dopo quasi un mese, sono ripartite regolarmente in sede al Palazzo degli Studi. Non è ripartita l’attività nella succursale, l’ex scuola media Sacchetti Sassetti, ancora oggetto di lavori. Una cinquantina tra ragazze e ragazzi non sono entrati in classe, protestando prima sotto la scuola e poi spostandosi davanti alla Prefettura di Rieti.

whatsapp-image-2016-11-22-at-09-38-35“Non siamo entrati  – spiegano – per dire no alle lezioni in aula magna, che non ha vie di fuga ma dovrebbe accogliere quattro classi, perché il Palazzo degli Studi doveva essere chiuso tutto e non parte e perché sono 25 giorni che non andiamo a scuola e si poteva trovare benissimo un’altra sistemazione per noi oppure fare turnazioni e andare a scuola anche di pomeriggio”.

Agli studenti dell’Elena Principessa di Napoli non va giù il fatto che proseguano i lavori nella ex scuola media Sacchetti Sassetti, inizialmente riaperta poi chiusa fino al 27 novembre incluso LEGGI: la scuola di piazza Mazzini preoccupa e non poco gli studenti del Pedagogico, che si sono sentiti esclusi anche nelle recenti riunioni per decidere le sorti delle scuole dopo il terremoto: “Non ci sentiamo sostenuti dalla preside” rivelano a RietiLife di fronte alla Prefettura.

“Stamattina sono praticamente entrati tutti – conclude una portavoce del gruppo che ha protestato – perché sono convinti che la scuola sia sicura. Continuassero con le loro idee, noi portiamo aventi le nostre”.

Foto: Emiliano GRILLOTTI ©

 

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. nella mia ignoranza, vorrei capire perchè gli alunni del liceo ginnasio sono stati trasferiti,
    in altro luogo e adesso in qualche aula dello stesso liceo hanno fatto rientrare alcune
    classi del pedagogico…sicuramente sono male informato ….. o esistono alunni di serie A
    e alunni di serie B ?
    Ricordo che uno degli ultimi terremoti forti avvenne nel 1979..creando problemi alle scuole in
    oggetto…non mi dite che non c’è stato il tempo per trovare una alternativa….
    distinti saluti