bucatini-amatriciana

Amatriciana nelle scuole romane: ecco il menù solidale. E il Comune di Roma raccoglie 250mila euro

Un menù solidale a base di prodotti tipici della tradizione reatina e ascolana nelle scuole di Roma il 24 novembre. Questa l’iniziativa di solidarietà presentata questa mattina dalla sindaca di Roma Virginia Raggi e dall’assessore al sociale Laura Baldassarre. Il servizio mensa scolastica della capitale giovedì proporrà pasta alla amatriciana, salsicce di amatrice con patate, pane e frutta. Il ricavato sarà in parte devoluto al sostentamento della refezione scolastica della cittadina distrutta dal terremoto.

“È importante che i bambini e i ragazzi della nostra città, attraverso un semplice gesto di solidarietà, aiutino i loro coetanei – le parole della sindaca Raggi – La giornata del 24 novembre diventa anche un’occasione di solidarietà attiva, attraverso cui i più piccoli prendono coscienza della necessità e dell’importanza di aiutare altri bambini e ragazzi che si trovano in una situazione di difficoltà”. Baldassarre ha spiegato che anche in questa occasione “i menù speciali saranno garantiti. Un gesto di solidarietà non deve avere confini di tempo né di età”.

“Il Comune è già riuscito a raccogliere oltre 250 mila euro per l’iniziativa ‘Roma adotta Amatrice‘. Quanto prima chiederemo ai sindaci di presentare i progetti che verranno valutati e selezionati dai cittadini romani e sostenuti con questi fondi”. Ha annunciato la sindaca di Roma Virginia Raggi durante la presentazione dell’iniziativa Solidarietà in mensa.

Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. Non mi sembra una bella idea quella del sindaco Raggi. Purtroppo il menù all’ amatriciana mi sembra poco salutare per i ragazzi, a parte il significato, che può essere espresso in diversi altri più significativi modi!