romania23

Terremoto, stampa rumena: “Coppia muore sotto le macerie ma c’è stato scambio di cadavere” / In Romania sepolto un amatriciano

(di Sabrina Vecchi) Arriva in redazione la telefonata di un collega, Sergiu Balaban Duck, capo redattore della testata rumena voceastrazii.com, voce e volto dei giornali e delle televisioni rumene nei giorni del terremoto del centro Italia. La storia che ci racconta Sergiu, rimbalzata e confermata in questi giorni dalla maggiori testate della Romania nonché dal Ministero degli Interni e dalle Ambasciate, ha dell’incredibile.

Ultim? or?: Mort în Amatrice, în România a fost îngropat drept alt? persoan?. Din gre?eal?.

 

Risiedeva da tempo ad Amatrice in zona centrale la coppia di origini rumene composta da Victor e Simona Paunescu, rispettivamente di 52 e 43 anni. Nei giorni a seguito del sisma, i corpi senza vita dei coniugi vengono trovati insieme sotto le macerie e rimpatriati in bare sigillate in Romania, nel comune di Fartatesti, dove arrivano e vengono tumulati il 27 agosto.

Nei giorni a seguire viene però ritrovato un altro corpo nelle macerie della zona rossa di Amatrice, portato inizialmente all’obitorio dell’ospedale De Lellis di Rieti e poi identificato tramite la prova del Dna e il riconoscimento delle due figlie: si tratta inequivocabilmente di Victor Paunescu, ed il suo feretro arriva in Romania solo sabato scorso.

Clicca qui – Articolo del giornale rumeno Ziare

A questo punto scoppia un caso internazionale: “gaffe incredibile” titola il più importante quotidiano rumeno, si muovono media e autorità per scoprire chi sia l’uomo sepolto erroneamente con Simona. Il collega rumeno riferisce che la cosa è accaduta con tutta probabilità perché Victor lavorava in un forno, e quella notte era dunque fuori casa, mentre l’uomo trovato con Simona risiedeva nella mansarda all’ultimo piano dello stesso stabile, crollato su se stesso.

Ciò che si sa per ora è che si tratta di un italiano, probabilmente amatriciano, di nome Giovanni o forse Giuseppe, e che da fonti ufficiali dello Stato di Romania la sua salma verrà riesumata e poi rimpatriata, ma l’iter burocratico potrà durare fino a sette mesi. Chiunque avesse informazioni sull’identità dell’uomo è pregato di contattare la nostra redazione.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email