Simone_Salini_6692_Life

LA JUNIORES DEL RIETI AI PLAYOFF. FEDELI: “VOGLIO LO SCUDETTO”/ SALINI BOMBER D’ITALIA

(di Christian Diociaiuti) La Juniores nazionale del Rieti chiude al secondo posto in classifica la regular season e vai ai playoff. Qui, la prima sfida sarà con l’Astrea. La classifica vede i reatini chiudere con 64 i punti in classifica dopo la vittoria per 2-0 sul Terracina. Il Rieti ha giocato l’ultima uscita della stagione regolare allo Scopigno ed hanno segnato Salini e Severoni: “Un premio – spiega, soddisfatto, Andrea Fedeli – i ragazzi hanno disputato una grande stagione”. La partita di oggi è andata via liscia come l’olio, con gli amarantocelesti al comando per tutto il match, davanti ad una buona e calorosa cornice di pubblico. “Siamo felicissimi, ma a metà perché volevamo il primo posto. Il San Cesareo, alla fine, non è così travolgente anche se ha chiuso al primo posto – dice il dg Andrea Fedeli a Il Messaggero – Il miglior momento del campionato? Praticamente tutto, dalla seconda giornata in poi, tolta qualche defaillance. Il momento più brutto? Il ko a tavolino con la Flaminia per gli errori con le sostituzioni. Un plauso a tutti i ragazzi ed in particolare ai due bomber, Salini e Camilli. Qual è l’obiettivo ora? Ovviamente vincere i playoff nazionali e vincere il titolo italiano, lo scudetto della Junores Nazionale”. Il titolo a Rieti manca da oltre quindici anni ed è stato vinto solo una volta. Per quel che riguarda la regular season, il Rieti è da record: primo miglior attacco, quarta difesa del campionato. Gli amarantocelesti di Roberto Pompili sono davvero da record con i bomber Salini e Camilli che in trenta giornate hanno segnato 26 e 24 gol rispettivamente, laureandosi i bomber più prolifici di tutta Italia nella Juniores Nazionale. SALINI, BOMBER D’ITALIA Nel suo piccolo anche Rieti può vantare un record a livello italiano. E lo deve al bomber Simone Salini, leader dei realizzatori di tutti i gironi del Campionato nazionale Juniores. Ventisei le reti segnate in appena 18 presenze, a contribuire non poco al secondo posto raggiunto dalla squadra allenata da Roberto Pompili, attesa sabato prossimo 25 aprile al debutto nei playoff contro l’Astrea. Fare gol, del resto, è il vero e proprio mestiere di Salini: basti pensare alla straordinaria media (1,20 gol a partita) fatta registrare nelle due stagioni con la Juniores amarantoceleste, in cui ha totalizzato 51 reti in 40 presenze. “Mestiere” iniziato, con altrettanti eclatanti numeri, nell’Urbetevere, società in cui è calcisticamente cresciuto e che ha ripagato con 32 gol negli Allievi e 27 nella Juniores Elite stagionale.  Se c’è un cruccio, è quello di non poter dare ora il proprio contributo alla propria squadra nella fase finale del campionato Juniores. “Colpa” del regolamento che non permette ai ’95 (data di nascita di Salini) di partecipare al rush conclusivo del torneo. “Sapevo che non avrei potuto giocare nei playoff – dice Simone Salini – ma ora che il momento è giunto mi dispiace ancora di più non esserci e non poter fattivamente aiutare la squadra ad andare il più avanti possibile. In ogni caso, sarò puntualmente a fianco dei miei compagni in ogni match e, ovviamente, sarò il loro primo tifoso.  Le possibilità? Per me ci sono ed anche parecchie. Abbiamo notevoli potenzialità per proseguire il nostro cammino, considerando anche che, eventualmente, ci sarà anche la possibilità di veder scendere dalla prima squadra alcuni ’96 in grado di fare ulteriore differenza. Certo ci sarà da fare attenzione ad ogni avversario, considerato che a questo punto del campionato andremo sempre ad incontrare formazioni ben attrezzate e preparate. Così sarà contro l’Astrea fin da sabato prossimo, ma sono sicuro che la squadra saprà dare il meglio per passare il turno”. Del suo soggiorno a Rieti, Salini ha solo buonissime impressioni. “Solo qualche piccola difficoltà all’inizio subito superata anche grazie al pieno appoggio del club. Davvero un ottimo ambiente con la società che  mi è stata sempre vicina ed è risultata attenta ad ogni particolare. Sono stati due anni davvero belli e spero di poter continuare con il Rieti, con cui ho un accordo di cinque anni. Di questo, e del mio futuro, deciderà comunque il presidente. Da parte mia sono completamente sereno e non credo ci saranno problemi. Il mio unico desiderio è quello ovviamente di poter giocare”. L’unico modo, aggiungiamo, per permettere a Salini di eccellere nella sua qualità: il gol. ORA I PLAYOFF: IL REGOLAMENTO Ora, dunque, scattano i playoff. Si tratta di un altro vero e proprio campionato, considerata la formula cervellotica ed articolatissima, simile a quella riservata all’Interregionale. Il Rieti affronta la quinta classificata nel gruppo I, l’Astrea, in gara secca. Qualora il Rieti vincesse contro il team della Polizia Penitenziaria, s’Incontrerà con la vincente tra Ostia Mare e Viterbese. Il Rieti giocherebbe in casa, in quanto seconda classificata. Le due fasi playoff sono previste sabato 25 aprile e sabato 2 maggio. Una volta vinti i playoff del gruppo I parte la fase finale: ad attendere le vincenti dei playoff più la migliore classificata delle squadre di serie D nei campionati regionali sardo e siciliano, ci saranno le vincenti dei gironi della Juniores Nazionali. Le tredici squadre ammesse dai playoff (una per girone più la sarda e la siciliana dalle regionali) verranno suddivise in tre triangolari e due abbinamenti, con gare di andata e ritorno. I singoli triangolari e i successivi accoppiamenti degli ottavi e dei quarti di finale saranno determinati da oggettivi criteri di prossimità geografica. Le undici società classificate al primo posto nei singoli gironi di appartenenza, le tre squadre vincenti il rispettivo triangolare e le due società vincenti gli accoppiamenti, suddivise a gruppi di due in abbinamento, si incontreranno in gare (ottavi) di andata e ritorno ad eliminazione diretta. Le otto squadre vincenti il rispettivo abbinamento, si incontreranno in gare (quarti) di andata e ritorno ad eliminazione diretta. Le quattro squadre vincenti le gare dei quarti saranno abbinate per sorteggio nelle due gare di semifinale che si svolgeranno in gara unica ed in campo neutro. Le vincenti disputeranno la finale in gara unica e in campo neutro: concluderà la manifestazione l’assegnazione del Titolo di campione nazionale Juniores.

IL CALENDARIO
Questo il calendario della fase finale.
Playoff 25 aprile e 2 maggio
9 maggio 2015 1a giornata triangolari – 1a giornata abbinamento andata
13 maggio 2015 2a giornata triangolari
16 maggio 2015 3a giornata triangolari – 2a giornata abbinamento ritorno
23 maggio 2015 gara andata – ottavi di finale
27 maggio 2015 gara ritorno – ottavi di finale
30 maggio 2015 gara andata – quarti di finale
6 giugno 2015 gara ritorno – quarti di finale
Gare di semifinale 11 giugno
Gara di finale 13 giugno

Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email