Liceo_Classico_1424_Life

IL CERTAMEN ENTRA NEL VIVO TRA TRADUZIONI E CONVEGNI

Andrà avanti fino a domani il Certamen Varronianum, appuntamento consueto con la cultura e la lingua latina al iceo Classico di Rieti. La XII edizione del Certamen Varronianum Reatinum ha visto la sua prima alba: gli studenti giunti nel corso di mercoledì pomeriggio da tutta la Penisola si sono alzati di buon mattino e, vocabolario alla mano, si sono recati a Palazzo degli Studi per affrontare la prova di traduzione. La scelta del Comitato Scientifico del Certamen è ricaduta su Lucio Giunio Moderato Columella, De re rustica, XII, Praefatio, 7-10, opera in cui l’autore rilascia un’esauriente descrizione delle pratiche agricole in uso nelle aree mediterranee dell’impero. Nel frattempo, nella splendida cornice dell’Auditorium Varrone, si è tenuto un convegno sul tema “Tra passato e presente: tribunali, “dare amicizia”, cani e padroni, poeti e lettori. E… dulcis in fundo, latino oggi: perché studiarlo? Come insegnarlo?”, che ha visto come moderatore il Prof. Giuliano Ranucci, Docente di Letteratura Latina presso l’Università di Pisa nonché presidente del Comitato Scientifico. Nel corso dell’evento che ha visto la partecipazione di un nutrito gruppo di studenti del Liceo Classico “M.T. Varrone” oltre che di altri graditi esterni, il Prof. Rolando Ferri (Letteratura Latina, Università di Pisa) ha approfondito il tema “Giudice, avvocato, testimone nel processo romano”, fornendo una soddisfacente analisi delle tecniche linguistiche e del contesto sociale delle cause del tempo. A seguire, la Prof.ssa Giovanna Biffino Galimberti (Letteratura Latina, Università Cattolica di Milano) ha interessato l’assemblea affrontando la questione “Osservazioni sull’idea di amicitia nel mondo romano”, tramite riferimenti tematici e testuali a Cicerone, Seneca e Plinio il Giovane. In concomitanza con la chiusura della prova nelle aule di Piazza Mazzini, la Prof.ssa Mariapace Pieri (Didattica del Latino, Università di Firenze) ha concluso il convegno con il tema “Cani da guardia e da salotto: Petronio, Satyricon, 64, 71, 72”. Alle 13.15 circa, dopo un breve dibattito, i lavori hanno visto il proprio termine. Gli studenti “tutor” del Liceo Varrone, nel corso del pomeriggio, hanno accompagnato gli ospiti in una visita guidata della città, mentre nella giornata di domani sarà il turno dei Santuari Francescani di Fonte Colombo e La Foresta. Nel pomeriggio di venerdì 17 aprile, alle ore 16.00, presso l’Auditorium Varrone, il Prof. Lucio Ceccarelli (Letteratura Latina, Università dell’Aquila) curerà un approfondimento sul tema “Virgilio e lo sguardo del lettore”, a cui seguirà una breve esposizione dei lavori da parte delle classi IV A e V A del Liceo Classico “M.T. Varrone” a latere del corso di Archeologia. La conclusione sarà affidata alla Prof.ssa Annamaria Cotrozzi (Didattica del Latino, Università di Pisa) con il dibattito riguardo “Riscoprire il fascino delle parole. Qualche riflessione sui metodi d’insegnamento della lingua latina tra lessico e grammatica”. La Cerimonia di Premiazione dei vincitori del Certamen è fissata per sabato 18 aprile, ore 10.00, presso l’Auditorium Varrone.Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email