polizia_eg5_digos_mobile_in_borghese54

MOLESTIE SESSUALI SU UNA QUINDICENNE, REATINO DENUNCIATO

Il personale del Posto di Polizia di Passo Corese ha denunciato in stato di libertà, P.L., del 1953, residente a Borgo Quinzio, per tentata violenza sessuale. I FATTI Nella mattinata del 23 marzo, infatti, una ragazza di quindici anni, studentessa a Passo Corese, ha deciso di non entrare a scuola per recarsi nella vicina stazione ferroviaria dove si sarebbe messa a studiare. Dopo un paio di ore, stanca di leggere libri scolastici, la studentessa si è incamminata nel vicino parcheggio per fare due passi ma, a quel punto, è stata avvicinata da un sessantenne che, a piedi, con fare ammaliatore, incrociandola, le ha fatto dei complimenti e l’ha salutata cordialmente, ottenendo in cambio dalla ragazza un semplice saluto di cortesia. L’uomo, poco più avanti, è salito sulla sua autovettura e ha incominciato a seguire la ragazza che, nel frattempo, stava facendo ritorno alla stazione ferroviaria, rivolgendole numerose domande personali, tendenti a conoscerla intimamente, e l’ha invitata più volte a salire sulla sua autovettura. La ragazza, impaurita, temendo una reazione violenta dell’uomo, ha accettato di salire sull’autovettura dove l’anziano, dopo aver pronunciato parole rassicuranti, ha cercato di ottenere un contatto fisico e, afferrando la mano della minore, ha cercato più volte di avvicinarla alle sue parti intime. Solo a quel punto la ragazza è scesa dall’autovettura e si è diretta velocemente verso la stazione, chiedendo, attraverso dei messaggi di WhatsApp, l’aiuto alle sue amiche che, immediatamente, hanno richiesto l’intervento della pattuglia del posto di Polizia di Passo Corese che transitava nelle vicinanze. L’INTERVENTO Gli agenti, rintracciata la ragazza, hanno ottenuto le necessarie informazioni sull’accaduto ed in breve, hanno individuato e fermato l’anziano molestatore, accompagnandolo presso gli uffici del locale Posto di Polizia. Una volta chiarita la vicenda, l’uomo è stato, pertanto, denunciato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria, davanti alla quale dovrà rispondere del reato di tentata violenza sessuale. (da comunicato della Questura) Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email