LIBRI

“NO AL CARO LIBRI”: L’APPELLO DEL MOVIMENTO STUDENTESCO NELLE SCUOLE

“Basta caro-libri”. È il grido del gruppo scolastico “Movimento Studentesco Rieti”, che stamattina ha volantinato all’interno delle scuole pronunciandosi contro il caro libri e “contro le ingenti spese dei testi scolastici che annualmente gravano sulle famiglie italiane e quindi contro la speculazione delle case editrici. In particolare il volantinaggio è stato effettuato dai ragazzi di Movimento Studentesco candidati nelle liste dei seguenti istituti: licei Classico  Scientifico e Artistico, Ragioneria, ITIS, Alberghiero. Sono proprio loro gli artefici di un servizio che ha fornito una soluzione concreta e reale al problema: il mercato del libro usato “Fuori classe”, tenutosi in via Cintia durante tutto il periodo estivo” hanno fatto sapere dal Movimento. “Nato dalla collaborazione con il movimento giovanile Rinnovazione Rieti – dicono ancora dal Movimento – questa iniziativa ha consentito un risparmio medio di circa duecento euro per le oltre 1000 famiglie che hanno usufruito del servizio, cifra significativa per la crisi che non solo non si arresta, ma dilaga sempre di più nel nostro Paese. Attraverso l’impegno e il lavoro del tutto gratuito dei militanti del movimento è stato dato un grande contributo alla città: l’obbiettivo finale è la liberalizzazione dei manuali scolastici con l’abolizione del libro di testo obbligatorio e la possibilità degli studenti di scegliere le fonti su cui studiare, affrancati da imposizioni culturali faziose e imbrogli delle case editrici. Ancora una volta i ragazzi di Movimento Studentesco Rieti hanno dimostrato forte spirito organizzativo e capacità di mettersi all’opera. Ancora una volta le idee e le azioni sono riuscite a prevalere su futili chiacchiere e vane polemiche riguardo ai problemi che quotidianamente tormentano la società. La scuola non si vende, la scuola non è un lusso, la scuola è per tutti! Dunque deve essere pubblica senza alcuna discriminazione di reddito. Contro ogni sorta di speculazione!”. Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email