trancassini34

CONSIGLIO DI LEONESSA A CASA DI ANZIANI SOTTO SFRATTO: “ATTO INGIUSTO, LO ABBIAMO BLOCCATO”

Consiglio comunale sui generis a Leonessa, i consiglieri di maggioranza si sono radunati a Fuscello, a casa di due anziani sotto sfratto (leggi la vicenda). “Questa mattina – scrive il sindaco Paolo Trancassini su facebook – nel consiglio comunale straordinariamente convocato a casa di Paola e Guerino, abbiamo fatto e deciso cose importanti, come non restituire allo Stato i soldi che ci sono stati tagliati negli ultimi mesi, proporre all’Anci di chiedere che tutti coloro che percepiscono una indennità di disoccupazione o cassa integrazione possano prestare il proprio lavoro per i comuni, insieme a varie iniziative per coinvolgere le associazioni di categoria nel sostegno alle imprese e nel combattere il lavoro nero. Abbiamo inoltre bloccato uno sfratto ingiusto e cattivo, contro due anziani, dalla loro abitazione di cui sono ancora proprietari. Oggi abbiamo scritto una pagina importante, dimostrando che il buon senso deve fare la differenza e che il diritto naturale in questo momento storico è più affidabile di quello positivo. Oggi i consiglieri comunali di maggioranza hanno dimostrato forza, carattere, passione e tanto coraggio. Orgoglioso di loro, molto orgoglioso”.

Aggiornamento ANSA Anziani sfrattati, consiglio comunale blocca forza pubblica – In provincia Rieti, sindaco: ‘fermato uno scempio’

(ANSA) – RIETI, 25 SET – Aveva annunciato di riunire il consiglio comunale in casa di due anziani, per fermare l’ufficiale giudiziario che questa mattina doveva sfrattarli, e cosi’ e’ stato. Il sindaco di Leonessa (Rieti), Paolo Trancassini (Fdi-An), ha mantenuto la parola e questa mattina l’intero consiglio comunale si e’ riunito nella frazione di Fuscello riuscendo a fermare, almeno per il momento, l’esecuzione del provvedimento promosso da una banca nei confronti di una coppia di anziani. Non c’e’ stato nulla da fare, Trancassini, con la fascia tricolore e il gonfalone, ha fermato l’ufficiale giudiziario, i carabinieri e anche il fabbro che doveva cambiare la serratura dell’abitazione. Il consiglio comunale, in corso nell’abitazione, non poteva essere interrotto e quindi lo sfratto non e’ stato eseguito. ”Siamo soddisfatti – ha detto il sindaco del comune reatino – il consiglio si e’ svolto regolarmente in casa di Paola e Guerrino, ha adottato importanti provvedimenti e ha dimostrato che una comunita’ unita puo’ fermare quello che a nostro avviso era uno scempio. Non siamo contrari agli sfratti ma una banca non ha il diritto di sfrattare due anziani al solo fine di favorire la vendita della loro abitazione”. Dunque l’ufficiale giudiziario, non avendo potuto eseguire il provvedimento, rimettera’ tutto nelle mani del tribunale di Rieti. ”Ci appelleremo al giudice e al prefetto – ha concluso Trancassini – per fermare ulteriori azioni”.(ANSA). Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email