BELLARDI

RIPARTONO LE LEZIONI ALLA “SCHOLA” DI FRANCO BELLARDI

Nel quadro di un’attività che spazia in vari settori delle arti visive, riaprirà Il prossimo 1° ottobre la “Schola”  creata e diretta da Franco Bellardi un artista che da decenni si impegna per promuovere attività creative nella nostra città e altrove.  La “Schola”, situata in via San Francesco 36 (339/4739494-320/5744389) nasce nel 1995 con l’intento di promuovere una ricerca e una preparazione nel campo della pittura, della ceramica e della calcografia nella città di Rieti. La sua attuale sede è  nei locali messi generosamente a disposizione dalla Fondazione Varrone.  LA SCUOLA È frequentata da tutti coloro che vogliono cimentarsi nelle arti visive, approfondendo tecniche e creatività, senza alcuna distinzione di età, di preparazione o altro. La Schola, con i suoi artisti ha tenuto mostre, oltre che a Rieti,  a Spoleto, invitati per Spoleto Festival, a Terni, a Città della Pieve, al rinomato Caffè degli Artisti, al Complesso Monumentale di Labro, ed altro. Recentemente sono state donate cinque grandi tele alla popolazione di Marcetelli per la nuova chiesa di San Rocco, eseguite dagli artisti de “La Schola”. Diversi artisti, dopo la frequentazione dei corsi , hanno raggiunto posti importanti in Italia nel campo della grafica e della creatività nella moda. L’ARTISTA Franco Bellardi vive attualmente in un casolare-studio di Colle sul Velino immerso nei paesaggi sabini e umbri. Nato a Reggio Emilia è giunto giovane a Rieti, dopo una permanenza a Ferrara. Trasferitosi a Roma apre uno studio a Trastevere dove resta fino agli anni Novanta per trasferirsi a Rieti ed infine a Colli sul Velino che lascia durante l’inverno per trascorrere lunghi periodi a Cuba. Ha allestito oltre quaranta mostra in Italia e all’estero ed eseguito vasti cicli di arte sacra in pittura, ceramica e mosaico, in chiese santuari ed edifici pubblici. Coni suoi progetti sono stati realizzati importanti edifici pubblici. Notevole il suo impegno nella calcografia soprattutto nell’acquaforte. Foto: SCHOLA ©

Print Friendly, PDF & Email