guardia di finanza polizia

MAXI-SEQUESTRO DI 42MILA ARTICOLI: DALLE COVER ALLE CUFFIE, ERA TUTTO CONTRAFFATTO E PERICOLOSO

Una nuova attività di controllo economico del territorio effettuata dalla Guardia di Finanza di Rieti a contrasto delle violazioni alle leggi sul commercio, sulla contraffazione marchi, sulla tutela del made in Italy e sulle leggi del consumo. La stretta forma collaborativa che contraddistingue da sempre l’operato di tutte le forze di Polizia della provincia reatina, ha consentito agli uomini del Nucleo Mobile della Compagnia della Guardia di Finanza di Rieti, congiuntamente ad una pattuglia della locale Polizia Stradale, di pervenire al sequestro di merce destinata alla vendita e risultata essere non in regola con le vigenti disposizioni legislative, così come avviene diffusamente in tutto il territorio nazionale. Un maxi-sequestro di prodotti per telefonia mobile, caricabatteria, adattatori usb, cover e pellicole per smartphone, cuffie, alcuni privi di marchio CE (quello vero), altri con il marchio fasullo, altri  ancora addirittura privi delle indicazioni minime previste dal Codice del Consumo, per un totale di oltre  42mila articoli oltre a braccialetti, orecchini, elastici e cerchietti per capelli, tutti  prodotti destinati alla vendita con grave pericolo per la salute degli ignari acquirenti. Questi prodotti infatti hanno dalla loro solo il basso costo, ma la qualità e soprattutto la sicurezza per chi li acquista è decisamente scarsa; sostanze tossiche utilizzate per la manifattura e materiali di qualità scadente possono infatti causare danni anche gravi alle persone. Il ventenne Z.J., cittadino cinese residente a Roma, fermato dalla Polizia Stradale per guida pericolosa e che trasportava la merce nel furgone, è stato denunciato e sanzionato a livello amministrativo per i reati  di cui all’art. 9 comma 5 della legge 791/77 e artt. 6-7-9 e 11 D.lgs 206/2005 Codice del Consumo. L’operazione di servizio, si inserisce in una più ampia attività di costante controllo territoriale ed ha messo in luce il profondo spirito collaborativo tra le forze di polizia locali. (da comunicato Gdf) Foto: GDF ©

Print Friendly, PDF & Email