RIETI_ASILO_CIANCARELLI_6296_Life

CASCIOLI, FESTUCCIA E SEBASTIANI: “FALSO L’AUMENTO DEI BAMBINI NEGLI ASILI NIDO COMUNALI”

Sul tema degli asili, nuovo intervento dei consiglieri comunali Andrea Sebastiani della Lista Civica Rieti che Sviluppa, Sonia Cascioli di FdI e Davide Festuccia della Lista Civica Città Nuove, che replicano a quanto affermato dal sindaco Petrangeli (leggi) sull’aumento del numero dei bambini ammissibili agli asili nido comunali. Di seguito la nota integrale di Cascioli, Festuccia e Sebastiani. 

«“Siediti sulla riva del fiume e prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico”. Vecchio proverbio cinese che mutuato rispetto al comunicato stampa del Sindaco e dell’Assessore sul fantomatico aumento dei posti disponibili negli asili nido comunali, vuol dire più semplicemente che l’Amministrazione aveva sbagliato, con la delibera n° 139 del 25 giugno scorso, nello stabilire il numero dei posti disponibili. Era già tutto previsto nel nostro invece di comunicato licenziato lo scorso 25 luglio, i più attenti certamente lo ricorderranno. Occorreva a nostro avviso procedere velocemente alla rideterminazione dei posti disponibili perchè l’errore macroscopico contenuto nelle premesse della delibera innanzi richiamata, determinava la diminuzione dei posti effettivamente disponibili nelle due strutture educative comunali e il conseguente esubero di personale. Meno bambini, quindi numero delle educatrici in eccesso. Tutto nasce da una rideterminazione errata degli spazi operata dall’Arch. Silvetti a seguito di una verifica della capienza massima dei bambini. Che ha, di fatto, escluso dal computo della superficie gli spazi comuni come i corridoi che, contrariamente a quanto ritenuto dal dirigente, vanno computati. La legge regionale n° 12 del 2011 stabilisce che ad ogni bambino vadano destinati 6 mq., con la sola esclusione dei servizi igienici. E’ paradossale che l’Assessore alle Politiche Sociali debba chiedere per iscritto alla regione cosa preveda la norma e quale sia la superficie dei due asili atteso che questa verifica era già stata fatta nel 2011, giungendo alla conclusione che la superfice interna dell’asilo di Villa Reatina è di 440 mq e la struttura può ospitare 74 bambini (mq. 440/6). La superficie del nido di Viale Maraini è di 498 mq e il totale dei bambini che può ospitare è di 83 unità. Il Comitato di gestione ogni anno, da oltre quindici anni, visto l’alto numero di richieste di iscrizione, autorizza l’aumento del 15% della ricettività per entrambe le strutture comunali, elevando così a 85 per Villa Reatina e a 95 per Viale Maraini il numero dei posti disponibili. E così per un totale di 180 bambini a fronte della precedente ricettività, stabilità dalla vecchia normativa, di 138 bambini. Peraltro la delibera riguardante la riorganizzazione degli asili, successiva a quella “incriminata”, con la quale la Giunta ha stabilito la esternalizzazione della struttura di Viale Maraini, aveva contraddetto la precedente poiché nelle premesse indicava in 95 e 85 i posti disponibili nei due asili, rispettivamente per Viale Maraini e Villa Reatina. Quindi, alla luce di tutto ciò pare singolare che il Sindaco e l’Assessore parlino di un fantomatico aumento della ricettività del 15%. Non è assolutamente vero. La delibera citata nell’ultimo delirante comunicato non fà altro che porre riparo ad una situazione francamente imbarazzante, che la dice lunga sulla competenza di questa Giunta nel farsi carico persino delle più elementari problematiche che investono tutti i settori dell’Amministrazione. Qualora il Sindaco e l’Assessore necessitino della pubblicazione della documentazione a sostegno delle nostre tesi, siamo a loro completa disposizione». Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email