Frana_Casette_20140717_154412_LIFE

“SOTTO LA FRANA CON LA MIA AUTO, TEMEVO IL PEGGIO” / IL RACCONTO DI UN LETTORE

Quello che trovate qui sotto è uno dei tanti commenti arrivati ieri alla notizia della frana sulla Salto-Cicolana che ha invaso di fango la strada (leggi). Il lettore ci racconta quegli attimi.

«Buonasera, oggi pomeriggio, mi sono trovato proprio nel mezzo di questo casino e per la prima volta, in coscienza, ho avuto timore che potesse accadere il peggio. Una valanga di fango e terra, veniva giù dalla parete rocciosa ed è stato davvero pericoloso passare. Dato che il traffico, in quell’ora era molto intenso, risultava praticamente impossibile anche “sveicolare”. Non solo; nel tratto precedente, praticamente tra Casette e Grotti, vi è un tratto di strada, altrettanto pericoloso, in quanto gli alberi che costeggiano la corsia di destra (direzione Grotti), hanno tutta la chioma sporgente lato strada, tant’è che numerosi sono stati i rami (di dimensioni modeste, non piccoli), che sono caduti a terra e sulle macchine in transito. Garantire il regolare flusso automobilistico e la sicurezza stradale, risultano essere compiti istituzionalmente preposti. Gli Enti titolari di dette mansioni, hanno il dovere di mantenere le strade, in condizioni di perfetta percorribilità, tanto da ridurre al minimo, il rischio di eventuali incidenti, tant’è che alberi, dove sarebbe opportuno lasciarli crescere, vengono abbattuti e laddove andrebbero, quantomeno potati, li si lasciano ad uno stato, tipo foresta pluviale. Che dire, l’amarezza è tanta ma cerchiamo di essere sempre propositivi e di buona volontà. Grazie e buon lavoro a tutti. Saluti. Emanuele Angelelli». Foto: RietiLife ©

LE FOTO DELLA FRANA (clicca per ingrandire)

Print Friendly, PDF & Email