mezzapagina_LIVEINLAZIO

UNA SETTIMANA TRA CULTURA E SPETTACOLI: TORNANO LE “INVASIONI CREATIVE”

Si chiama Liveinlazio Estate (LEGGI IL PROGRAMMA) la stagione culturale della Regione Lazio per il 2014: musica, danza e spettacolo. Giorno e notte, per residenti e turisti. Oltre tre mesi di programmazione – dal 18 giugno al 23 settembre, con una ultima iniziativa in programma fino alla fine di ottobre, decine di location, più di 20 festival e rassegne, centinaia di rappresentazioni e migliaia di interpreti a dare vita a una travolgente stagione estiva 2014 che farà della regione un grande palcoscenico permanente.  CULTURA A RIETI: INVASIONI CREATIVE Grazie al cartellone ritornano a Rieti le Invasioni Creative che dal 21 al 27 luglio abiteranno numerosi luoghi e popoleranno la città di artisti, critici, ricercatori e studiosi. Una vetrina per gli artisti del territorio regionale, ma soprattutto un’occasione per generare opportunità di lavoro e di diffusione delle opere che il festival produrrà e ospiterà. Dopo l’apertura con Eneide di Krypton di Giancarlo Cauteruccio (21 luglio), il festival si caratterizzerà per il focus sulla drammaturgia di Jon Fosse con la produzione di tre testi affidati a tre giovani registi italiani: Suzannah di Thea Ginevra Dellavalle (22 luglio), Io sono il vento di Alessandro Greco (23 luglio) e Inverno di Vincenzo Manna (24 luglio). Tra gli altri protagonisti: Tamara Bartolini e Michele Baronio propongono la performance/installazione TU_TWO due alla fine del mondo (23 luglio) e il RedReading #1 Notturno Pasolini_un concerto (22 luglio). Clinica Mammut presenta lo spettacolo Col tempo (22 luglio) e l’installazione site-specific Del sordo rumore delle dita_ melanconie in dedica a Pier Paolo Pasolini (23 luglio). Inoltre, la compagnia Nuove Officine Laboratorio Babs di Claudia Crisafio e Marianna Di Mauro in collaborazione con Maria Teresa Berardelli debuttano con Cara Utopia (24 luglio). Ed ancora, due sguardi sulla crisi con Deflorian/Tagliarini in Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni (25 luglio)e Valerio Malorni con L’uomo nel Diluvio (25 luglio). Infine, Daniele Timpano ed Elvira Frosini con Zombitudine (26 luglio). Spazio alla formazione con il laboratorio a cura di Alessio Pizzech sul testo di Vja?eslav Durnenkov Pezzi da museo (apertura al pubblico il 25 luglio), e conil progetto-spettacolo Pier Paolo! di Giorgio Barberio Corsetti dedicato alla figura di Pasolini con il coinvolgimento della comunità locale (22 e 23 luglio). Una finestra aperta anche sulle realtà artistiche del territorio con i lavori di tre compagnie operanti nella regione: Internoenki, Articolo18comma1 e Teatro Alchemico. Inoltre, dibattiti e tavole rotonde con operatori, critici e ricercatori, saranno il centro propulsivo del Festival di Rieti per accendere i riflettori sulle criticità dei modelli di produzione teatrale e sulle prospettive di sostenibilità del mercato produttivo italiano. Punti di incontro che coinvolgeranno pubblico e professionisti per un’approfondita riflessione sul fare teatro: appuntamenti il 24 luglio con la prima tavola rotonda dedicata alla condivisione del percorso di creazione del progetto-spettacolo Pier Paolo! di Giorgio Barberio Corsetti dedicato alla figura di Pasolini; il 26 luglio seconda tavola rotonda sulla critica a confronto tra carta stampa e web; il 27 luglio terza tavola rotonda a cura di Guido di Palma dedicata alle nuove realtà artistiche emergenti che lavorano in stati di marginalità. Infine, saranno programmati momenti di incontro con gli artisti che si sono esibiti il giorno precedente, aperitivi letterari nel corso dei quali verranno presentati dei libri sul teatro e sullo spettacolo dal vivo, e aperitivi musicali in cui verranno chiamati ad esibirsi i protagonisti della scena musicale locale. IN REGIONE Il calendario giornaliero di rassegne e festival, che animerà animerà tutto il territorio dai capoluoghi alle province, è stato presentato dal presidente Nicola Zingaretti e dall’assessore alla Cultura, Lidia Ravera alla presenza di molti artisti tra i quali Monica Guerritore e Giancarlo Cauteruccio e di alcuni dei sindaci dei Comuni coinvolti. Ogni sera piccoli teatri, borghi, rioni, biblioteche, piazze, palazzi storici saranno invasi da artisti italiani e stranieri, star internazionali, ma anche orchestre giovanili, associazioni, laboratori, in un programma di concerti, performance, rappresentazioni teatrali e di danza, proiezioni, installazioni, reading, prime nazionali. Riprende così la tradizione della stagione estiva della regione Lazio che parte da Tivoli con il Festival internazionale di Villa Adriana, inaugurato il 18 giugno; passa per Roma con i cartelloni delle prestigiose stagioni di Caracalla e di Santa Cecilia, e ancora all’Auditorium Parco della Musica con Luglio suona bene; e arriva nel Lazio irradiandosi su tutta la regione. Il Ric Festival è diventato quest’anno Regione Invasioni Creative (dal 2 luglio al 27 agosto), triplicandosi nelle edizioni di Frosinone, Latina e Rieti: tre capoluoghi, tre festival di teatro, musica e danza. In programma nella Maremma etrusca, il Vulci Festival (dal primo al 19 agosto). A Latina e provincia i concerti del Festival pontino (dal 2 luglio al 3 agosto) che toccheranno luoghi di meraviglia come il Castello di Sermoneta e l’abbazia di Fossanova. L’antico Teatro romano di Cassino ospiterà invece l’evento conclusivo di Cassino off (6 luglio 2014), rassegna di teatro sociale. Torneranno a vivere le monumentali memorie laziali dei Teatri di Pietra mentre a settembre i Teatri di vetro (dal 15 23 settembre) celebreranno nella capitale le arti sceniche contemporanee. Villa d’Este a Tivoli è Jeux d’Art (dal 20 luglio al 28 settembre), festival di musica e cultura. Mentre le ScuderieMArteLive invaderanno la regione con i virtuosismi acrobatici e funambolici di artisti circensi e musicisti di strada. A Viterbo Caffeina (dal 27 giugno al 6 luglio) ha ripreso il via con dieci giorni di cultura globale, mentre ai Quartieri dell’Arte (dal primo settembre al 30 ottobre) è affidata una programmazione teatrale di altissima qualità. Torna Il festival di Ferento. A Veroli il teatro di strada dei Fasti verolani (dal 31 luglio al 3 agosto), e per il territorio della provincia di Frosinone a Fiuggi (dal 2 al 12 agosto), il Festival delle città medievali. In tutti i capoluoghi si ascolterà la musica sacra grazie alla Grande musica in Chiesa. Poi, ancora, a Roma i Concerti nel parco (dal 6 al 31 luglio), la musica de I giardini della Filarmonica e la ricca rassegna Invito alla danza. Questi alcuni degli eventi in calendario. Liveinlazio estate sarà supportato da una campagna promozionale che farà dell’estiva un marchio di qualità utile a orientarsi attraverso l’offerta culturale di una Regione che sta riportando lo spettacolo dal vivo, con grande determinazione, al centro delle sue attività culturali. Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email