lorenzin_ospedale312

INTERINALI ANCORA SENZA STIPENDIO. LA ASL: “PAGHIAMO NOI, PROCEDURE AVVIATE”

Sembrava risolta la situazione degli oltre 200 precari della sanità reatina, invece i lavoratori si ritrovano ancora senza stipendio. “Poche ore fa – scrive una precaria a RietiLife – L’Alba (l’agenzia interinale dei 230 lavoratori della sanità reatina, ndr) – ha comunicato che gli stipendi non verranno versati per la data del 6 giugno, perché non c’è abbastanza liquidità. Allora mi chiedo, dopo l’ennesima presa in giro, chi si prenderà la responsabilità di lasciare 230 precari senza uno stipendio?”. A stretto giro anche la segnalazione della Uil Fpl: “La vicenda dei lavoratori interinali della Asl di Rieti sta assumendo contorni grotteschi e drammatici per i lavoratori e per le loro famiglie. Quando il fatto sembrava ormai concluso positivamente, dopo l’incontro e l’accordo raggiunto tra Asl e Alba spa presso l’Ispettorato del Lavoro, nella tarda mattinata di ieri una nuova brutta notizia è piombata sui lavoratori: un ulteriore disguido nella liquidazione degli stipendi di aprile. Il ritardo, così come comunicato dalla stessa Agenzia alla Asl, dipenderebbe da un diniego da parte della banca di loro riferimento, a scontare la fattura liquidata dalla Asl proprio per pagare gli stipendi e i relativi contributi. Comprendiamo il grave disagio dei tanti lavoratori che hanno richiesto un accorato intervento da parte nostra. In queste ore è nostra priorità capire quanto ancora i lavoratori dovranno sopportare prima di ricevere quanto spetta loro di diritto. Chiediamo con forza che la Asl si impegni a liquidare, in tempi brevissimi, le spettanze di aprile, per poi mettersi, fin da subito al lavoro per evitare che lo stesso problema si ripresenti il prossimo 15 di giugno, quando, come da contratto, i dipendenti dovrebbero percepire la mensilità di maggio. Al fine di non acuire il clima di tensione venutosi, anche giustamente, a creare tra i lavoratori invitiamo la Asl a comunicare loro con immediatezza tutte le evoluzioni della vicenda”.  E certo la Asl non è rimasta a guardare: il Direttore Generale, Laura Figorilli, si è mossa immediatamente, per far sì che i sanitari possano finalmente veder versato quanto gli spetta: “Oggi stesso l’Azienda ha richiesto all’Agenzia per il lavoro Alba spa – ha scritto Figorilli – la documentazione necessaria per poter effettuare i pagamenti in sua vece. L’Azienda auspica una risposta nel più breve tempo possibile nell’interesse dei lavoratori di Alba”.   La dichiarazione del dg è giunta in merito all’odierna richiesta, da parte dell’Agenzia per il lavoro Alba, del pagamento delle retribuzioni  relative al servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. (Redazione) Foto (archivio) RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email