ARTEM_3519-2_life

TEATRO FLAVIO, EMOZIONANTE CHIUSURA PER LA STAGIONE MUSICALE CON IL CONCERTO ARTEM

Strepitoso successo sabato scorso al Teatro Flavio Vespasiano di Rieti del quinto dei concerti promossi dall’Accademia Reatina Teatro e Musica, ultimo della stagione musicale all’interno di quella culturale organizzata dall’Assessorato alle Culture del Comune di Rieti. Federico Mondelci ed il suo sassofono hanno letteralmente incantato la platea del Flavio, attraverso un programma in cui si sono alternati  brani virtuosistici e brillanti ma anche toccanti e melodici. Da Tchaikovsky a Morricone, da Piazzolla al giovane e straordinario Molinelli, da Ellington all’esilarante Anderson, suscitando emozioni e sensazioni che hanno pervaso il teatro e creato una  particolare empatia tra artisti e pubblico, anche grazie alle belle presentazioni dei brani data dal M° Mondelci. Lo straordinario suono del suo sax si è poi messo “al servizio” della famosissima “Rapsodia in blue” di  George Gershwin, brano che dava anche il titolo alla serata. La versione era quella per pianoforte, sax ed orchestra d’archi ed  il risultato è stato quello delle serate che non  si dimenticano: Leonardo Zunica al pianoforte è stato magistrale dando prova di una raffinata tecnica ed una rara musicalità, dialogando a meraviglia con il sax e  con i numerosi strumenti ad arco dell’orchestra da camera dell’ARTeM che ha dimostrato una notevole professionalità ed amalgama di suono nell’accompagnare egregiamente i solisti, sfoggiando anche personalità e tecnica nei brani da sola. La seconda stagione musicale a gestione ARTeM  appena conclusa  ha offerto programmi impegnativi e molto variegati: dalla grande musica classica di L. v. Beethoven con il graditissimo ritorno del primo violino del Teatro alla Scala Francesco Manara, alla world music e jazz con Maurizio Trippitelli Percussion Ensemble ed il grande Fabrizio Bosso; dalla grande tradizione e qualità dell’ Orchestra Sinfonica Abruzzese e i solisti Ettore Pellegrino al violino (Direttore Artistico della compagine abruzzese) e la Prima Viola del Teatro alla Scala Danilo Rossi, alla splendida voce jazz di Ada Montellanico accompagnata  dal quintetto strumentale dei “Corners” fino alla “Blue Rhapsody” di Mondelci-Zunica. L’ARTeM, sostenuta dall’Assessorato alle Culture del Comune di Rieti con Diego Di Paolo, è riuscita ad offrire un’altra stagione emozionante e di qualità sempre ricca di buona musica. Grande la soddisfazione dell’Assessorato alle Culture del Comune di Rieti, e del Direttore Artistico Federico Micheli. Foto: ARTEM ©

Print Friendly, PDF & Email