meeting4

RIETIMEETING SCALDA I MOTORI: APPUNTAMENTO IL 7 SETTEMBRE. GIOVANNELLI CONFERMA I 300 METRI

Si è già messa in moto la macchina organizzativa della 44esima edizione del Rieti Meeting. La Iaaf ha inserito l’evento come tappa di chiusura del circuito World Challenge, domenica 7 settembre, a calare il sipario sulla prestigiosa rassegna che si aprirà il 22 marzo prossimo a Melbourne, per poi toccare altri grandi stadi, tra cui Kingston, Tokio, Pechino, Mosca, Dakar, Berlino e Zagabria. Lunedì sera lo staff dei volontari del Meeting si è riunito per programmare la marcia di avvicinamento a una quarantaquattresima edizione che ancora una volta cercherà di regalare grandi emozioni sia in pista che fuori, con ospiti capaci di catturare l’attenzione degli amanti dello sport e non solo. L’incontro è servito per calendarizzare e programmare gli impegni futuri e per mettere a punto nuove strategie di promozione e marketing, al fine di aumentare la visibilità di una manifestazione che sin dai suoi esordi nei primi anni Settanta è sempre stata ai vertici mondiali per i risultati tecnici eccezionali e i suoi record. Unire la tradizione all’innovazione sarà ancora una volta la scommessa del direttore Sandro Giovannelli, che punterà a consolidare la presenza nel programma dell’atipica sfida sui 300 metri, corsa in memoria di Pietro Mennea, che l’8 settembre scorso, col successo del giamaicano Rusheen Mcdonald (31″97, miglior prestazione mondiale 2013) ha contribuito a dare nuova luce al ricordo dello sprinter italiano più veloce di sempre, 11 volte protagonista del Meeting reatino a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta. Foto: RIETIMEETING ©

Print Friendly, PDF & Email