Barbara_Schiavulli_1834_Life

BARBARA SCHIAVULLI A RIETI, GLI STUDENTI DEL ROSATELLI SCOPRONO “LA GUERRA DENTRO”

Attenti e curiosi di sapere ciò che è difficile sentire tutti i giorni. Ragazzi e ragazze dell’Istituto Superiore “Celestino Rosatelli” letteralmente rapiti, ieri, dalle parole della giornalista freelance, inviata di guerra, Barbara Schiavulli, giunta a Rieti per parlare con gli studenti della scuola di viale Fassini del suo ultimo libro, “La guerra dentro”. IL LIBRO Il libro raccoglie una serie di interviste a militari italiani che partecipano a missioni all’estero. Interviste realizzate non per carpire i segreti delle missioni o delle tecnologie delle forze italiane, ma per cogliere i sentimenti, le paure, le emozioni, insomma l’aspetto umano di chi “fa” la guerra (“che io non concepisco e credo, anche gli stessi militari” ha detto l’autrice). In mezzo alle parole dei militari, le impressioni, le esperienze di Schiavulli stessa, in un mix che rende “La guerra dentro” un libro rivelatore della vera faccia delle missioni italiane, rompe gli schemi e toglie i pregiudizi sui soldati italiani all’estero, senza dare giudizi, lasciando al lettore l’interpretazione che più renda giustizia a quanto raccontato. GLI ESTERI, QUESTI SCONOSCIUTI I sentimenti protagonisti: faccia di una medaglia, la guerra, che difficilmente qualcuno racconta, come se altri paesi e le loro problematiche fossero cosa che non riguarda l’Italia e gli italiani, troppo concentrati su politica, gossip e sport. “La guerra dentro” poi, esula dal classico lancio di agenzia, dalle notizie frammentarie e quasi assenti sulle missioni italiane. Le racconta da dentro e dà, in qualche modo, ancor più senso al lavoro di uomini e donne impegnati in situazioni di conflitto importanti. “In America, ad esempio – ha detto agli studenti Schiavulli – qualche tempo dopo una missione ci sono moltissimi racconti, libri, film sulle operazioni. In Italia, invece, si sa pochissimo dei nostri militari e dei gruppi speciali”. L’INCONTRO Dopo aver letto il libro, gli studenti non hanno perso tempo e si sono posti delle domande, anche a seguito dell’analisi delle interviste e dei personaggi protagonisti. Domande alle quali Schiavulli ha risposto aggiungendo, oltre a ciò che è esposto nel libro (edito da youcanprint), altre esperienze personali vissute nei conflitti in giro per il mondo (leggi la bio e visita il sit di Barbara Schiavulli). (Ch. Di.) Foto: Christian DIOCIAIUTI ©

Print Friendly, PDF & Email