melilli23

“PARLAMENTOLIFE”, MELILLI: “DESTRA RESPONSABILE, ORA AVANTI CON LA LEGGE DI STABILITÀ”

Nuova puntata della rubrica “ParlamentoLife”, uno spazio gratuito e indipendente che mettiamo a disposizione del deputato Fabio Melilli per informare i cittadini, periodicamente, su quanto accade alla Camera dei Deputati e nelle relative commissioni.

 

«Due giorni davvero complessi quelli che abbiamo vissuto in Parlamento. Una crisi incomprensibile, se non nella strenua difesa delle sorti di una persona, rischiava di vanificare il lavoro che il Governo sta facendo per cercare di accelerare l’uscita del nostro paese da una crisi drammatica. Le dimissioni dei parlamentari del Pdl davano la sensazione di un crollo del sistema democratico. Un gesto di una gravità inaudita, fortunatamente rientrato, insieme ad una crisi che rischiava di gettare l’Italia in una situazione di scontro durissimo tra le forze politiche dagli esiti imprevedibili per le sorti del nostro paese. Ne siamo usciti da un lato per la netta posizione del PD sulla separazione delle vicende del governo da quelle private di Berlusconi e dall’altra per la netta presa di posizione di alcuni esponenti del Pdl, che hanno scelto, forse per la prima volta in modo così consistente, di non seguire il loro leader sulla strada dello scontro frontale. Un atteggiamento responsabile che, al di là delle opinioni di ciascuno, avrà certamente conseguenze rilevanti sull’assetto politico del nostro paese. Il campo della destra è immerso in una fase di cambiamento e solo nei prossimi mesi si comprenderà appieno se anche da noi potrà nascere un centro destra più simile al campo dei conservatori europei. Nel frattempo si consolida il ruolo del Presidente del Consiglio e della maggioranza che lo sostiene. Adesso per il governo l’appuntamento più difficile. La legge di stabilità e le misure che dovremo assumere per dar fiato ai timidi segnali di ripresa. Oggi l’aula sembra essere tornata alla normalità. Abbiamo approvato importanti norme sulla cultura e ci apprestiamo a votare severe disposizioni contro la violenza sulle donne». Foto: Emiliano GRILLOTTI ©
Print Friendly, PDF & Email