image

TRICOLORI GIOVANILI, CHE GIORNATA AL GUIDOBALDI! DUE ORI CARIRI E QUATTRO PRIMATI ITALIANI

Che giornata al Guidobaldi, due ori e tre argenti per la Studentesca Cariri ai Campionati italiani Junior e Promesse. Ma soprattutto, quattro primati italiani che si infrangono nel giro di tre ore. Alessia Trost, invece, non entusiasma nell’alto (1.88). Gli ori Cariri arrivano dalla staffetta junior 4×100 (Marco Mattei, Enrico Nobili, Jonathan Capuano, Vincenzo Vigliotti, nella foto) e dal triplista under 23 Daniele Cavazzani. Gli argenti da Mariavittoria Becchetti nella marcia 10km Junior, Giulia Vitagliano nel martello Junior e Simone Fusiani nell’asta Promesse. Bene Lorenzo Valentini nei 200, qualificato alla finalissima di domani (domenica) con il miglior tempo (21″08).

Questi, da fidal.it, gli altri risultati.

Due primati italiani juniores – ma soprattutto due migliori prestazioni europee stagionali – lanciano la seconda giornata dei Tricolori di Rieti: 13”39 per l’aviere di Saronno Lorenzo Perini sui 110hs (vento +1.6, prec. 13”56 stesso atleta a Lodi 1/6/2013), 4.41 nell’asta per la romana Sonia Malavisi (Acsi Italia), un centimetro in più della quota raggiunta il 29 maggio scorso da Roberta Bruni (qui ancora infortunata, Europei a rischio). Il tempo di Perini mette dietro il 13”49 del bronzo mondiale juniores di Barcellona, il francese Wilhem Belocian, mentre dopo il salto record Sonia Malavisi ha tentato invano con 4.59 anche il primato mondiale U20 (4.58 della svedese Angelica Bengtsson). Risponde nella categoria promesse la neo-azzurra Dariya Derkach, che toglie dopo 25 anni dall’elenco dei primati il 6.60 di Valentina Uccheddu con un balzo da 6.67 (+1.5): per l’ex ucraina è anche minimo B per i Mondiali di Mosca (fissato a 6.65). Subito dopo dalla pedana del triplo arriva un altro record juniores, anzi doppio: prima 13.64 (+1.0) e poi 13.69 (+1.2) per la vicentina Ottavia Cestonaro, che così toglie il limite alla tradizionale rivale Francesca Lanciano (13.59 ai Mondiali juniores di Barcellona 2012) e si installa al vertice della graduatoria mondiale stagionale U20. Di fronte a questa serie di prestazioni di altissimo livello, Alessia Trost si limita a superare 1.88 alla seconda prova per vincere l’alto promesse. La giornata del Guidobaldi di Rieti si è aperta con le gare di marcia al femminile: come per i ragazzi ieri, i titoli vanno entrambi a specialiste pugliesi – promesse ad Antonella Palmisano, 46’34”46 e juniores ad Anna Clemente, 48’33”01 – ma la scena è anche per la veterana azzurra Elisa Rigaudo, che fuori classifica marcia la distanza in 42’47”02 (tempo ottimo, considerate le condizioni ambientali e i continui doppiaggi). Nelle batterie dei 200 juniores, grande impressione da Eseosa “Fausto” Desalu, 21”25 con vento contro in ottava corsia e senza spingere sul rettilineo. Foto: MILARDI © 15 Giugno 2013

Print Friendly, PDF & Email