esultanza_Real_Rieti_0295_Life

REAL RIETI, GRANDE SUCESSO PER IL RADUNO PROVINCIALE

Grande soddisfazione per il raduno provinciale organizzato dal Real Rieti. «L’obiettivo era quello di dare l’opportunità ai tanti talenti reatini arrivati al PalaMalfatti – fanno sapere dal club di casa al PalaMalfatti  – e di confrontarsi con una realtà come quella del calcio a 5, respirando l’atmosfera di una società che un giorno potrebbe regalare a ognuno di loro la Serie A o magari la Nazionale, come accaduto per Matteo Esposito». Agli ordini di mister Marco Abati, tutti i partecipanti sono stati divisi per età e ruolo, svolgendo sia esercizi specifici sulla tecnica individuale, sia delle partitelle per iniziare a comprendere i principi del futsal. In tutto, al raduno hanno partecipato 27 giovani, un numero rilevante secondo il Real, che deve battersi contro lo strapotere e l’attrattività del calcio a 11. Soddisfatto dell’evento Marco Abati: «Sono state due giornate davvero molto belle.  Purtroppo non ci sarà posto per tutti, nelle squadre Juniores e Under 21, ma vedere tutte queste persone fa bene al movimento e ad una società prestigiosa come il Real Rieti. Spaziatura sul terreno di gioco e trattamento di palla – ha spiegato Abati – questi gli aspetti su cui ho puntato maggiormente l’attenzione. Spero di poter costruire qualcosa di importante e di interessante, cercando magari di migliorare lo straordinario lavoro di chi mi ha preceduto. Un grande motivo di orgoglio – ha concluso il tecnico – aver riscontrato la partecipazione di ragazzi non residenti nella provincia di Rieti, perchè il fatto che qualcuno sia venuto da Potenza, Terni o l’Aquila, indica che il Real è ormai una società che si sta mettendo in luce nel panorama del futsal italiano». (Redazione) Foto (archivio):  RietiLife 29 Maggio 2013

Print Friendly, PDF & Email