Chocoscultura_4786_Life

SABATO L’ASTA DI BENEFICENZA PER LA CHOCOSCULTURA DI TERENZIO VARRONE

Proseguono le iniziative legate al “Chocofestival Rieti 2013”. La kermesse dedicata al cioccolato artigianale che dal primo al tre Marzo ha animato le piazze del centro storico torna, stavolta, con un pensiero “dolce”. La scultura raffigurante Marco Terenzio Varrone, ricavata da un blocco di cioccolato di 100 kg, realizzata nel corso dell’evento dall’artista friulano Stefano Comelli, verrà, infatti, messa all’asta il Sabato Santo, a partire dalle ore 19:30. L’evento avrà luogo presso “il teatro di Cristallo” delle Officine della Fondazione Varrone, partner d’eccezione, sempre sensibile alle iniziative benefiche. Il ricavato sarà interamente devoluto alla Mensa di Santa Chiara, Onlus locale (parte dell’Ordine Francescano Nazionale) che da oltre 10 anni assiste i meno fortunati di Rieti e provincia. I proventi della vendita serviranno per acquistare cibo e beni di prima necessità dei quali, successivamente, sarà fornito un report dettagliato consultabile on line. Il “Varrone di Comelli”, il cui valore è stato stimato in circa 3000 Euro, partirà da una base d’asta di 300 Euro, al fine di aumentare la partecipazione all’acquisto da parte del pubblico reatino. Un nodo importante è quello legato alla conservazione dell’opera. Contrariamente a quanto potrebbe sembrare, infatti, la medesima non deperisce al trascorrere del tempo, eccezion fatta per una leggera opacizzazione della superficie e per la perdita della commestibilità. A tal proposito, tuttavia, il futuro proprietario dovrà osservare alcuni basilari accorgimenti quali la conservazione della statua in un luogo la cui temperatura non superi i 21°C e non esposto alla luce solare diretta. L’augurio di tutti è che la città sappia rispondere con calore e sensibilità all’iniziativa, sposandone appieno lo scopo benefico. L’invito è rivolto a quelle realtà associative che da sempre hanno a cuore la sorte dei meno fortunati, ma anche a privati cittadini, comitati ed enti. A chiunque, insomma, voglia offrire meno fortunati l’opportunità di trascorrere una Pasqua serena. Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa telefonicamente al 3403057824 o via mail all’indirizzo [email protected] Foto: Gianluca VANNICELLI/Agenzia PRIMO PIANO © 27 Marzo 2013

Print Friendly, PDF & Email