Jubanski_4850

LUPARENSE AZZANNATA, IL REAL SENZA OSTACOLI RIMONTA E VINCE ANCORA

(Ch. Di.) A Barcellona la chiamerebbero remuntada. A Rieti basta classificarla come colpaccio. Un Real tutto cuore, spinto da un PalaMalfatti rovente, stende la Luparense terza in classifica per 5-4 e prosegue la striscia di successi notevoli, dopo quello contro l’Acqua&Sapone. Ottima prova corale del team di Ranieri, sostenuto dal cuore dei tifosi e dalla voglia di risalire una classifica inadatta all’organico amarantoceleste. La Luparense prima si porta in vantaggio per 2-0 ma poi subisce la verve dei sabini e rincorre per tutta la gara. In casa Real, importante il rientro di Giustozzi e la performance del portiere, Gilli.

LA CRONACA. I campioni d’Italia freddano subito Gilli, battuto da un fendente di Canal a cui l’estremo difensore amarantoceleste non sa opporsi. Scorrono i minuti e il Real risponde col solito Marcelinho, ma la sua finalizzazione è imprecisa. Passa pochissimo dalla timida risposta reatina che la Luparense raddoppia: stavolta insacca Saiotti, libero di mettere a rete proprio mentre sale l’incitazione del PalaMalfatti. Intorno al 9’ la squadra di Ranieri sembra accorciare, ma è solo un effetto ottico: il tiro di Jubanski si infila tra la rete di protezione ed il sacco, dando l’illusione della marcatura al giocatore ed ai tifosi. A metà prima frazione il Real sale d’intensità e si fa trascinare da Marcio Forte: l’intuizione del giocatore azzurro è un passaggio filtrante dall’out di sinistra che prontamente arriva sui piedi di Jubanski il quale, a sua volta, mette a rete mentre corre verso la porta dei veneti. I reatini dal gol di Jubanski ci credono e collezionano un paio di occasioni per legittimare la voglia di recupero. La più eclatante è quella che capita a Mocellin, vicinissimo al pareggio. Occasionissima, poi, al 18’, quando Jubanski, una volta cavalcata tutto la fascia destra, arriva alla finalizzazione cercando il tunnel su Putano il quale tuttavia non abbocca e salva il vantaggio con cui i luparensi chiudono la prima frazione.

Seconda frazione subito vivissima: prima i tifosi reatini (al 3’) protestano per una vistosa spinta non fischiata di Saiotti su Marcelinho lanciato a rete e poi, qualche secondo dopo, Gilli dice no ad una finalizzazione ospite molto ravvicinata. La festa (e la rimonta) amarantoceleste arriva sulla rete di Forte, che vale il 2-2: Jubanski ricambia il favore di prima e dalla distanza imbecca il compagno per la conclusione valida per il pari. Forte si spiana la strada da solo, perché nemmeno un minuto dopo, ribalta il risultato e fa il 3-2. La partita si accende: i reatini  a dispetto del nome degli avversari, diventano lupi famelici, a caccia della porta (ma un po’ troppo nervosi). Il palazzetto di via Padronetti s’infiamma per ogni minima cosa e soffia alle spalle degli amarantocelesti. L’aria elettrica innesca capitan Giustozzi che su un contropiede si ritrova solo e da trequarti beffa putano (4-2). A 7’ dalla fine Colini inserisce il portiere di movimento: la mossa si rivela fallace perché mentre Pedotti imbastisce l’azione, perde la sfera che viene conquistata da Mocellin il quale da lontanissimo gonfia la rete facendo letteralmente impazzire il pubblico. A meno di 3’ dalla fine i veneti accorciano in un’azione confusa, dopo aver tenuto sotto assedio i reatini che si difendono bene grazie a Gilli. A pochi secondi dalla fine arriva anche il 5-4 di Merlim con gli ospiti che chiudono in attacco, cosa che non impedisce al Real di festeggiare una vittoria pesantissima.

L’altra gara in programma, Marca Futsal-Pescara è terminata 5-4.

LA CLASSIFICA: www.divisionecalcioa5.it/Competizioni/2012-2013/300/0/0

IL TABELLINO

REAL RIETI: Gilli, Jaquier, Forte, Jubanski, Mocellin, Dell’Oso, Miccioni, Caloisi, Giustozzi, Marcelinho, Serilli, Bresciani. All. Fabrizio Ranieri.

ALTER EGO LUPARENSE: Putano, Pedotti, Honorio, Canal, Rogeiro, Caputo, Saiotti, Merlim, Buonanno, Abdala, Faccin. All. Fulvio Colini.

Arbitri: Ziri di Barletta, Mameli di Cagliari, Crono Dante di Ciampino.

Reti: 1’14” pt Canal (L), 7’03” pt Saiotti (L), 11’11” pt Jubanski (R), 4’36” st e 5’02” st Forte (R), 10’44” st Giustozzi (R), 13’25” Mocellin (R), 17’16” Rogeiro (L), 19’50” Merlim (L).

Note: ammoniti Marcelinho, Jubanski, Buonanno. Foto: Gianluca VANNICELLI/Agenzia PRIMO PIANO © 18 Gennaio 2013

Print Friendly, PDF & Email