OLYMPUS DIGITAL CAMERA

CONTROLLI SUI PASCOLI

Pubblichiamo comunicato stampa del Corpo Forestale dello Stato.

Controlli sul pascolo nelle montagne del Comune di Posta da parte degli Agenti del Corpo Forestale dello Stato. Individuati numerosi bovini privi di “marca auricolare”, elevate sanzioni amministrative per migliaia di euro a carico di un allevatore locale. Gli Agenti del C.F.S.  in forza al Comando Stazione Forestale  di Posta, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio nelle zone  montane in relazione al pascolo e  in attuazione delle norme di polizia veterinaria nel settore zootecnico, eseguivano una serie di accertamenti  circa la presenza di  bovini  stabulanti su terreni di proprietà del Comune di Posta e proprietà privata, in località “Ara dei Lombardi” ubicata a quota 1.200 sul livello del mare. Dopo una serie di ripetuti sopralluoghi nella zona montana, sprovvista di strade carrozzabili e quindi raggiungibile solo a piedi, gli Agenti , con tutte le difficoltà facilmente intuibili,  rilevavano la presenza  di 15 vitelli, dell’età di circa 2/3 mesi,  sprovvisti della prevista ed obbligatoria marca auricolare, (ricordiamo che la stessa essere apposta a cura del proprietari entro 20 giorni dalla nascita). Considerata la presenza di altri bovini, adulti, provvisti di marca auricolare, gli Agenti del C.F.S. ,da un esame della stessa risalivano all’allevatore degli stessi, al quale veniva contesta una prima sanzione di 516 Euro in applicazione della Legge regionale n.39 del 2002, per immissione al pascolo di bovini senza la prevista marca auricolare, allo stesso veniva  inoltre contestata una seconda consequenziale sanzione di 500 Euro a capo (per un totale di 7.500 Euro)  in applicazione al regolamento CEE n.1760 del 2000  e D.P.R. n.437/2000 per mancata apposizione della marca auricolare. Gli Agenti del Corpo Forestale estendevano  quindi i controlli anche al registro di stalla, dal quale emergevano delle irregolarità che facevano scattare una terza sanzione di 1.000 euro in applicazione del D.P.R. 317/96. L’attività di controllo nel settore zootecnico da parte  degli Agenti del Corpo Forestale  sulle montagne di Posta e tuttora  in corso   e si sta rivolgendo non solo ai bovini ma anche agli equini che si trovano “all’alpeggio” in questo periodo estivo. Foto ( archivio ): Corpo Forestale dello Stato © 28 Luglio 2011

Print Friendly, PDF & Email