In tanti a Quattro Strade per l’ultimo saluto a Franco Tempesta. Sulla bara la maglia del Rieti calcio

(r.l.) Grande partecipazione questo pomeriggio a Quattro Strade, nella chiesa del quartiere, per le esequie di Franco Tempesta, morto a 67 anni dopo un malore a L’Aquila. Tempesta, simbolo del calcio cittadino, è stato salutato da tante persone nella celebrazione avvenuta nel suo quartiere. Familiari, amici e tutto il mondo del calcio dilettante per il quale si è prodigato in tanti anni.

Tempesta, uomo del Corpo Forestale, ha creato negli anni squadre di calcio dilettante fortemente ricordate in città: su tutte il Centro Italia in Eccellenza e il Quattro Strade. Tanti i volti noti del calcio nostrano che gli sono stati vicini in questo ultimo viaggio e sono stati vicini alla moglie e ai due figli. Presente anche una rappresentanza del Rieti calcio e in particolare il dg Pierluigi Di Santo, che ha deposto una maglia amarantoceleste sulla bara di Tempesta. Chiamato da tutti sempre “direttore“, Tempesta è stato alla guida anche del Rieti per un periodo ristretto sotto la gestione Fedeli.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.