Musica e teatro nei condomini: “La gente assisterà dai balconi”. È l’iniziativa della Fondazione Varrone. E torna anche Largo San Giorgio | PROGRAMMA

(di Christian Diociaiuti) La paura di un’estate di restrizioni e la certezza che molti eventi hanno mollato, dando appuntamento al 2021, si alleggerisce grazie all’intuizione e l’impegno della Fondazione Varrone che cala l’asso e mette sul piatto della bella stagione un’iniziativa che porta la cultura direttamente tra la gente. Con l’Estate 2020 della Fondazione Varrone ecco spettacoli nei complessi Ater: i cortili come palcoscenici, i balconi come palchetti da cui assistere alle performance di musicisti e attori. Ma non solo: torna Largo San Giorgio, casa della Fondazione, con l’accesso limitato con ticket gratuiti da ritirare. Un luglio ricchissimo: venerdì a San Giorgio, sabato all’Ater. Un programma ricco e denso, presentato stamattina dal presidente e dal vicepresidente della Fondazione Varrone, Antonio D’Onofrio e Roberto Lorenzetti; e ancora, Giancarlo Cricchi, commissario straordinario Ater, Paolo Lancia sindaco di Contigliano e Stefania Marinetti, coordinatrice mensa di Santa Chiara. Presentazione moderata da Alessandra Lancia, addetta stampa della Fondazione Varrone. “Una rassegna che non può dimenticare quanto accade ed è accaduto nel territorio durante la pandemia” ha detto. La rassegna è curata dai direttori artistici Pino Di Buduo, Paolo Fosso e Raffaello Simeoni. “In questo periodo abbiamo bisogno di questo – dice Di Buduo – racconteremo e faremo vedere” chi erano Verdi, Donizetti, Puccini. E altri grandi. Paolo Fosso: “Il comparto spettacolo è stato devastato dal covid – dice l’attore reatino – l’iniziativa della Fondazione si inserisce come messaggio di speranza per il settore. Un contributo che dice ‘si può fare’. Anche senza teatri”.

FONDAZIONE ATTENTA – “Dalla difficoltà è nata un’idea. Invece di far venire la gente a teatro, andremo noi a trovare la gente sotto casa – ha spiegato il presidente della Fondazione Varrone – Questo significa che noi abbiamo a disposizione lo spazio di San Giorgio e poi abbiamo trovato un amico vero che ci ha messo a disposizione gli insediamenti Ater. La gente potrà essere al balcone o alla finestra a seguire lo spettacolo, evitando l’assembramento. La cultura deve arrivare a tutti”. Roberto Lorenzetti: “Un’idea geniale, venuta fuori con Di Buduo che ha vinto un bando per il microteatro. Era facile dire passiamo la mano in questa estate. Non ce la siamo sentiti. Il 18 maggio siamo partiti con lo slogan. Quel #DajeRieti torna anche ora. Tutte le iniziative saranno in diretta Facebook e tutti potranno goderne. Largo San Giorgio? Ci saranno meno di 100 persone per tutte le direttive anti-covid. Negli spazi Ater saranno molti di più”.

ATER, TEATRO IN CONDOMINIO – “Non ci ho pensato un attimo a dire sì. Non possiamo che augurarci e lavorare per il buon esito dell’iniziativa. Bello il fatto che i balconi dei nostri edifici si trasformino in palchetti del teatro.”: ha Giancarlo Cricchi, numero uno Ater, a cui è dedicata metà del programma.

IL PROGRAMMA – Con Estate 2020 #DajeRieti della Fondazione Varrone un luglio di eventi tra Largo San Giorgio e balconi. Sì, avete capito bene. Balconi. Spettacoli di sabato alle 21 nei condomini Ater di via Pietro Boschi, via Pollastrini, Salaria e Amelotti il 4, 11, 18 e 25 luglio. Nel rispetto delle norme anti-covid il pubblico assisterà agli spettacoli dai balconi per evitare assembramenti. Gli spettacoli sono dedicati ai residenti. Per quel che concerne gli spettacoli del venerdì a San Giorgio, sempre alle 21, il 3, 10, 17, 24 e 31 luglio ingresso gratuito con biglietto (anche qui per evitare assembramenti. Ticket in distribuzione il 1° luglio ogni mercoledì a Palazzo Potenziani (via dei Crispolti, sede Fondazione Varrone), dalle 9 alle 12. In programma il 3 luglio il concerto d’arie e duetti d’opera tra immagini e luci del Teatro Potlach. Il 10 luglio Ars Amatoria sedurre con Stile secondo Ovidio, di e con Paolo Giommarelli, Matteo Anelli al contrabbasso. Il 17 luglio Mistero Buffo di Dario Fo con Elisa Pistis. Il 24 Suoni dal Buio, Susanna Buffa e Ludovica Valori. Si chiude con l’omaggio a Edith Piaf del Teatro Potlach. Programma completo nell’immagine sotto. Gli spettacoli saranno in diretta su Facebook per far sì che tutti ne godano.

ANTEPRIMA E SOSTEGNO A SANTA CHIARA – L’anteprima del programma ci sarà a Contigliano il 3 luglio alle 17 nella casa di riposo Alcim (nel cortile della struttura, in via del Campo Boario), una delle due zone rosse del Reatino nella pandemia covid e da poco uscita dall’emergenza con la restituzione della gestione della casa di riposo alla proprietà dopo la guida Asl-Regione-Comune di Contigliano. Un messaggio per stare vicini a chi ha sofferto di più durante il buio periodo dell’emergenza sanitaria. “Uscire dai salotti dalla città e incontrare l’Ater, è qualcosa di bello. Significa riversare attenzione e cultura sulla popolazione. Per Contigliano c’è riconoscimento della situazione più drammatica, l’Alcim” dice il sindaco Lancia. La manifestazione “Estate 2020” della Fondazione Varrone, inoltre, sosterrà la Mensa di Santa Chiara con un angolo solidale. Ci sarà un corner per le donazioni per una struttura che nel periodo covid ha sopperito ai bisogni di tante persone, più del solito. “Abbiamo avuto un periodo con 100 persone. Un numero alto per la città – dice Marinetti – mi preoccupa maggiormente la nuova povertà: tra Rieti e Sabina stiamo seguendo 280 famiglie. Siamo riusciti a frenare i suicidi. Questo è il nostro territorio che già partiva da una crisi economica. Il momento è allarmante. Siamo in trincea”.

Foto: Gianluca VANNICELLI ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.