Sartore

A Rieti un front office regionale per informazioni sulle tasse automobilistiche

Si è svolta oggi a Rieti, presso la sede regionale di via Cintia, una visita istituzionale dell’assessore regionale alla Programmazione economica, Bilancio, Patrimonio e Demanio, Alessandra Sartore, presso il nuovo front office regionale dedicato a fornire informazioni e assistenza ai cittadini per le richieste di pagamento della tassa auto. E’ il secondo appuntamento dei quattro previsti nelle sedi decentrate. I prossimi incontri si terranno il 17 febbraio a Frosinone e il 24 febbraio a Viterbo.

La Regione Lazio ha ampliato il numero di sportelli sul territorio in cui ogni cittadino può verificare la propria posizione e presentare un’eventuale memoria difensiva, nel caso ritenesse che la pretesa tributaria relativa alla tassa automobilistica non sia dovuta. 

“Dopo l’apertura dello sportello di front office della sede regionale di via Rosa Raimondi Garibaldi n. 7, punto di riferimento per numerosi cittadini di Roma e non solo – ha detto l’assessore Alessandra Sartore – abbiamo ritenuto opportuno dedicare ai contribuenti altri quattro sportelli, uno per ogni provincia, in modo da favorire più punti di contatto. Per noi è importante esserci sul territorio, far sentire l’amministrazione vicina ai cittadini e offrire dei servizi utili. Con l’apertura degli sportelli decentrati abbiamo ottenuto il duplice obiettivo dell’internalizzazione del servizio, con risparmi sulla gestione delle pratiche e nessun costo istruttorio per il cittadino, ma anche un miglioramento della qualità del servizio stesso, supportando ancora di più il cittadino che ottiene una risposta immediata e da personale competente”.

Dal primo novembre, c’è un’ulteriore novità, per le aree decentrate di Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo (e dal primo giugno 2020 anche negli sportelli di Roma) i cittadini con una disabilità potranno chiedere assistenza, fare richiesta di esenzione dal pagamento della tassa auto recandosi direttamente in uno degli uffici regionali decentrati, grazie all’ampliamento del servizio internalizzato. 

“Chi ha una disabilità trova quindi finalmente risposte certe e può vedersi riconoscere un diritto” ha aggiunto l’Assessore Sartore. “Il motivo dei nostri roadshow è quello di toccare con mano questo servizio e contribuire a renderlo ancora più efficace. Gli sportelli di front office nascono proprio per aumentare la fiducia dei cittadini e utenti verso le attività della Regione Lazio attraverso procedure e comportamenti orientati all’accoglienza, alla tutela e alla presa in carico dei loro problemi. E anche per garantire una corretta informazione per prevenire potenziali contenziosi. Si tratta – ha concluso – di consegnare all’utente l’informazione e il provvedimento amministrativo attraverso un processo diretto, univoco ed efficace”.

Foto: Regione Lazio ©

Print Friendly, PDF & Email