Esultanza_Ternana_GVN_6704_life

Rieti calcio, poche idee e confusione: a quando le spiegazioni? | Le foto del 3-0 a Terni

Foto: Gianluca VANNICELLI © Stadio Liberati, Terni

(di Christian Diociaiuti – inviato a Terni) C’è un Rieti che pur perdendo cresce nel gioco e impensierisce le big. Lo ha fatto a Bari e più nitidamente nel recupero infrasettimanale di Terni. In Puglia è finita 5-2, al Liberati stasera 3-0. Risultato bugiardi, almeno nella rotondità. Ma se sperate di poter parlare di sport e calcio giocato, pur di una squadra ultima in classifica – vi sbagliate. Perché nel dopo Ternana-Rieti 3-0, il tecnico Roberto Beni sgancia la bomba: “Mi hanno detto di non portare in panchina Cristian Esposito”. 

Che per carità, non è Messi, ma in un Rieti che deve trovare la quadra per la salvezza (per ora ancora alla portata) è oro, se si pensa a quel gol di Bari, alla buona prestazione. E allora perché non portare il baby Esposito nonostante i posti liberi in panchina, nonostante la sua bravura, nonostante la leadership del giovane che vuole emergere. “Chiedetelo a Roberto Di Gennaro, prima della gara mi ha comunicato così. Sono successe altre cose gravi prima della gara alla presenza del diesse Minguzzi” dice Beni. Sì, ma cosa? Il tecnico non specifica, non vuole, non può. Fatto rimane che siamo sempre qui, a parlare di casi e non di sport. A leggere precisazioni su notizie di 15 giorni prima e giustificazioni (quando ci sono) che non reggono, mentre il Rieti va a picco nella classifica, conta solo tre acquisiti in un mercato in cui avrebbe dovuto rafforzarsi e cercare con le unghie di mantenere la categoria e ogni giorno deve leccarsi le ferite di una stagione partita male e che sta proseguendo peggio.

Il Rieti spieghi chiaramente cosa sta accadendo, senza rispondere magari a chi chiede che “sono soliti giornalai disfattisti” a gettare fango sulla situazione, come detto durante una trasmissione tv da responsabili amarantocelesti. Spieghi perché s’impone a un tecnico di non disporre uno dei suoi uomini al momento in miglior condizione e perché si debba parlare di “situazioni gravi avvenute prima” di una partita ufficiale di campionato. Il Rieti spieghi perché i tifosi, scorati, non se la sentono più neanche di fare una trasferta di 15′ minuti. Spieghi perché si è arrivati a questo. Perché si può perdere e retrocedere. Non si può, però, andare in giro a far figuracce.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.