bari_rietiVNG_9481_

Beni: “Ternana, il mio Rieti vuol metterti in difficoltà”. Tutti confermati contro le Fere

(di Matteo Dionisi) Il Rieti vuole uscire dal tunnel. Ripartire dopo la sconfitta di Bari (5-2) non è semplice e al momento i numeri condannano gli amarantocelesti: la via della vittoria non si trova dallo scorso 27 ottobre, sul campo della Cavese quando la squadra di Caneo si impose per 2-0 grazie alle reti di De Paoli e Aquilanti. Dopo sono arrivati due pareggi e sette sconfitte, che fanno della formazione reatina la difesa più battuta (48 gol subiti) e uno degli attacchi meno prolifici (solo 23 centri). Dati che forse ancora non condannano il Rieti verso la retrocessione in D, ma che di fatto lanciano un segnale d’allarme veramente forte. Domani sera contro la Ternana (è il recupero della prima giornata di ritorno), alle 20:45 mister Beni e i suoi ragazzi proveranno a portare a casa i primi punti del 2020, che per adesso ha visto solo sconfitte (tre di fila). Si cercherà anche il riscatto contro le Fere, visto che all’andata – sia in Coppa Italia che in campionato – sono arrivati solo ko. Arbitra Daniele Virgilio di Trapani. Dopo tanto tempo – oltre 25 anni – si torna a giocare una gara ufficiale al Liberati; i due confronti di inizio stagione, in campioanto e Coppa, sono finiti 3-1 a favore delle Fere.

MOMENTO – In conferenza stampa il tecnico Beni ha parlato così della situazione attuale del Rieti: “Dobbiamo lavorare e stare sul pezzo. Possiamo fare solo questo. Ci dobbiamo mettere sempre qualcosa in più, anche se per ora i risultati non aiutano. Abbiamo analizzato gli errori fatti contro il Bari: si devono colmare, perché se si commettono contro certe squadre sei finito. Ora andiamo a Terni per fare risultato. Sappiamo che siamo un cantiere aperto, ma se riusciamo a prendere qualche giocare giusto si può lavorare con continuità”.

SQUADRA E MERCATO – “Domani mattina proveremo qualcosa per mettere in difficoltà la Ternana  – ha continuato Beni -. Voglio una squadra intelligente che sappia leggere i momenti della partita e fare le cose giuste. Sono uno che ama giocare palla a terra e che non vuole buttare mai via la palla, ma se in alcune situazioni lo facciamo non è un problema”. Poi sul mercato ha aggiunto: “Spero che dopo la partita arrivi qualche innesto. Sappiamo che la nostra proprietà on è Berlusconi e che sta salvaguardando il bilancio, ma purtroppo in questo momento storico del Rieti non tutti vogliono venire qui a giocare”.

AVVERSARI – “È una squadra forte, ho allenato qualche giocatore che ora è li. Hanno una proprietà che spinge per vincere il campionato. Domani mattina proveremo come ho già detto qualche situazione per metterli in difficoltà e vediamo anche il modulo se sarà lo stesso” aggiunge Beni.

RIETI – Il Rieti, almeno dalla parole del suo mister, sembra pronto a dare battaglia ad un’altra corazzata della C. Tra oggi e domani Beni scioglierà le ultime riserve sui titolari e sul modulo che metterà in campo, ma forse in questo momento quello che serve alla formazione amarantoceleste è la continuità. Ecco perché si potrebbe rivedere il 4-3-1-2 delle ultime uscite: Addario a difesa della porta; Tiraferri, Celli, Aquilanti, Zanchi nella retroguardia; mediana composta da Zampa, Serena, Tirelli; De Paoli sulla trequarti; Russo e De Sarlo per guidare l’attacco.

TERNANA – Le Fere –  che stanno per firmare il rinnovo di contratto con Vantaggiato e lo hanno già fatto con Salzano –  sono al secondo posto insieme al Bari con 43 punti. Si presenta al derby con un pareggio e due vittorie (1-0 contro il Potenza e 3-1 al Rende). I rossoverdi di Gallo sono carichi e voglio continuare ad accumulare vittorie per sognare la Serie B, forti anche della difesa che è una delle migliori del torneo con appena 20 gol concessi. Sul terreno di gioco si potrebbe vedere il 4-3-1-2 come il Rieti: Ianarilli in porta; Parodi, Diakitè, Bergamelli e Mammarella in difesa; Salzano, Palumbo, Damian; Partipilo; Marilungo, Vantaggiato la coppia dei bomber in attacco. PROGRAMMA E CLASSIFICA

Foto: Francesco PATACCHIOLA © Bari

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.