Rieti-Biella_Ross_DAN_5526

Rossi: “Secondo ko di fila? Sì, ma siamo in linea con le attese…”

Foto: Daniele CESARETTI ©

Prolungata conferenza stampa dei due allenatori, ovviamente con umori molto diversi, dopo la vittoria di Biella sulla Npc 63-73.

“L’atteggiamento generale è stato più positivo rispetto a domenica scorsa – analizza l’allenatore di Rieti, Alessandro Rossi – però poi siamo stati molto deficitari in altre cose, per esempio abbiamo perso troppe palle, abbiamo gestito parecchi possessi nella maniera sbagliata. La partita è girata sulle bombe di Barbanti, un giovane molto bravo. Dispiace perdere di nuovo in casa, non mi ero illuso dopo il buon inizio, ma non ci dobbiamo deprimere ora, non dobbiamo buttare via tutto adesso. So che non siamo riusciti ad avere buone percentuali dalla lunga distanza, questo per noi è un problema su cui dovremo lavorare, Filoni aveva avuto una distorsione, invece Fumagalli ha giocato meno per una mia scelta tecnica, avevo vista più energia in Pastore e Stefanelli. La partita è stata di un contatto fisico mostruoso, in merito a Brown, ci stiamo lavorando, nella prima fase è andato bene, ora sta subendo gli adeguamenti difensivi degli avversari, cerchiamo di metterlo sempre nei giochi, ma fatica più del dovuto. Se devo fare un bilancio finora, queste 2 sconfitte consecutive in casa ci bruciano, ma nel complesso siamo in linea con quello che ci aspettavamo”.

“Abbiamo preso 2 punti importanti in un campo difficile – commenta Paolo Galbiati, coach di Biella – nei momenti topici abbiamo chiesto di attaccare con meno frenesia, certo che se Barbante non avesse messo le triple saremmo qui a parlare di un’altra partita. Rieti ha fatto un primo tempo eccellente, forse alla lunga hanno un po’ ceduto, ringrazio i miei lunghi che hanno provato a fermare un Cannon inarrestabile, in alcuni frangenti mi hanno chiesto cosa fare di più. I 9 punti di Barbante ci hanno dato gran fiducia, poi Saccaggi ha fatto il resto. Ora non guardo troppo la classifica, ma io continuo a guardare dietro, siamo giovani, non dobbiamo montarci la testa, oggi ci aspettavamo una gara aggressiva da parte della Npc, era normale dopo la sconfitta di domenica scorsa contro l’Eurobasket, siamo stati bravi ad organizzarci meglio nel secondo tempo”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.