Delusione_Pastore_GIA_6156_life

Biella mette la Npc spalle al muro: 63-73, secondo ko di fila per Rieti | FOTO

Foto: Francesco PATACCHIOLA ©

La Npc ha perso in casa con Biella. Seconda sconfitta consecutiva per gli uomini di Rossi, sempre in casa: finale 63-73 al PalaSojourner. IL TABELLINO

(di Roberto Pentuzzi) Biella espugna il PalaSojourner e batte la Npc Rieti 63-73, l’unico giocatore da salvare tra gli amarantocelesti è l’americano Jalen Cannon, mentre il gioco di squadra e l’energia della Edilnol è venuta fuori nell’ultimo periodo. Altro brutto scivolone intero per la squadra di Rossi, con molto giocatori fuori partita.

La Npc scende in campo concentrata e rende difficile la vita a Biella fin dalle prime battute, Cannon e compagni partono bene anche in attacco, 7-0, con l’americano efficace, come sempre, per i rossoblu i giovani Bortolani e Pollone provano a mettere energia in campo, ma a quel punto si accende Brown che realizza 7 punti in pochi minuti. Poi forza due o entrate e consente a Biella di riavvicinarsi, per fortuna che c’è sempre Cannon, il quale allo scadere realizza da sotto e subisce fallo, la Zeus chiude i primi 10 minuti 23-14.

Cresce molto l’intensità in campo, la Edilnol non ci sta, coach Galbiati vede i suoi soffrire, prova a mischiare le carte, alterna difese diverse, Bortolani si conferma un ottimo prospetto, Rieti alterna buone giocate ad errori banali, in questa fase Vildera fatica contro la fisicità degli avversari. I giocatori di Rossi sbagliano anche una rimessa, regalando un pallone agli avversari, poi ripetono l’errore a metà campo, l’esperienza di Saccaggi riporta sotto Biella 30-27.

Seguono una serie di azioni disordinate, entrambe le formazioni spendo molte energie, Cannon va in doppia cifra, Brown commette ancora errori in attacco, Stefanelli non trova la via del canestro, Pastore sí, con fatica la Npc chiude ancora avanti grazie ad un canestro di Zucca, 35-29.

Dopo il riposo parte bene Rieti andando avanti anche di 10 (40-30), ma poi subisce un parziale di 6-0, con il nigeriano Omogbo sugli scudi, comincia a segnare Stefanelli, Rossi mette in panchina Passera, non entra Fumagalli, il play è Pastore. Nonostante il presidente Cattani abbia provato personalmente ad incoraggiare Brown nell’intervallo, l’americano rende ancora molto poco, invece dall’altra parte Bortolani e Saccaggi cominciano a fare su serio, chiudono entrambi il terzo periodo in doppia cifra, il punteggio è sul 56-51.

Per Biella entra dalla panchina il lungo Barbante che mette tre triple del tutto imprevedibili, il resto lo fa un incontenibile Saccaggi, la Npc pasticcia in attacco, sorpasso degli avversari,  a 4 minuti dalla fine 59-67, ma la squadra di Rossi sembra in confusione, subisce un break di 10-0. La gara sembra nella mani della Edilnol, Passera e compagni ci provano, ma commettono ancora errori ad ogni attacco, contro una formazione forte, soprattutto negli italiani, per molti minuti Galbiati ha tenuto uno dei 2 americani in panchina. Biella si conferma in gran forma, la gara si è decisa nell’ultimo quarto, dove Rieti ha realizzato solo 7 punti contro i 22 degli avversari, fino a quando a tenuto il gigante Cannon la Npc ha avuto speranza, ma poi il crollo finale, per la seconda volta consecutiva in casa.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.