Code_Salaria

Forza Nuova: “Sit in per sensibilizzare sulla Salaria: troppi morti e feriti”

“Quattro morti ogni 100 incidenti. La piccola provincia di Rieti va tristemente oltre la media nazionale, secondo il dossier redatto da Aci e Istat, che ha analizzato i dati relativi al 2018 degli incidenti con lesioni a persone in ogni provincia d’Italia”: lo scrivono Francesco Pettorossi e Valerio Arenare di Forza Nuova.
“Secondo il dossier, nello scorso anno, sulle strade del reatino si sono verificati complessivamente 341 incidenti, di cui 11 mortali che hanno causato la morte di 14 persone. Non si può più prendere sottogamba il problema degli incidenti in provincia di Rieti, dai dati pubblicati da ACI e Istat e rielaborati anche dal laboratorio Infodata del Sole 24 ore, la provincia di Rieti, supera di gran lunga provincie di dimensioni superiori per estensione territoriale e numero di abitanti per quanto riguarda il numero di incidenti stradali. Basti pensare che gli incidenti nella sola città di Rieti supera la percentuale degli incidenti avvenuti nella città di Milano” aggiungono.
“Chiederemo nelle prossime ore, tramite pec, all’amministrazione comunale e all’ANAS di trovare delle immediate soluzioni per mettere in sicurezza la Salaria, maglia nera d’Italia per numero di incidenti stradali, bisogna intervenire immediatamente con la sistemazione dell’intera strada e l’istallazione di bande sonore nelle zone di particolare pericolosità. Per questo motivo a breve organizzeremo un sit-in di protesta affinché le nostre richieste di mettere in sicurezza la Salaria, vengano accolte in modo da impedire il verificarsi di altri incidenti stradali” concludono il Coordinatore Provinciale di Forza Nuova Rieti, Francesco Pettorossi, e il Dirigente Nazionale di Forza Nuova, Valerio Arenare.
Foto: RietiLife ©
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.