cancelleri3_

Infrastrutture, il viceministro Cancelleri nel cantiere della Rieti-Terni: “Inaccettabile, serve concludere”

“Ho visitato il cantiere bloccato della Terni-Rieti, accompagnato dai tecnici di Anas. È assurdo che nonostante manchi davvero poco alla fine non si riesca a consegnare a questo territorio il completamento dell’opera. Incontrerò le parti interessate già la prossima settimana per avviare un tavolo tecnico e trovare una soluzione definitiva. Quel cantiere vuoto è un’indecenza che non tollero e alla quale voglio mettere fine”: lo scrive su facebook il viceministro alle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri.

“E’ inaccettabile vedere immagini come quella che ho alle spalle, un cantiere fermo. Dobbiamo farlo ripartire immediatamente – ha detto viceministro – Stiamo studiando con i legali quale possibilità c’è all’orizzonte – ha continuato – anche l’affidamento dei lavori alla ditta che sta completando il lotto successivo. Gà la prossima settimana convochero’ Anas per trovare la migliore soluzione che possa dare una risposta certa al territorio”.

I lavori dell’infrastruttura sul versante umbro, nell’ultimo tratto di poco meno di 4 chilometri tra la galleria Valnerina e il confine laziale, si sono interrotti nel 2017, a causa della rescissione del contratto, in via unilaterale, da parte della società appaltatrice dei lavori, in grave crisi e poi sottoposta ad amministrazione straordinaria. I tecnici di Anas stanno valutando se indire una nuova gara o affidare l’appalto alla società che sta già realizzando gli altri 700 metri successivi nel tratto laziale.

“Ringrazio il Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Giancarlo Cancelleri per l’intervento di questa mattina. Il focus sulle infrastrutture del reatino è elevato e a tal proposito venerdì farò un’interpellanza urgente in aula in merito alla situazione della Salaria, dove il Governo darà risposte chiare e puntuali”scrive il deputato M5S reatino, Gabriele Lorenzoni.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.