Paramatti_padre_e_figlio_GDM (1)

Il Rieti s’è svegliato. Il figlio di Michele Paramatti e l’ex B Aquilanti per rinforzare la difesa

(ch.di.) Per Ferragosto il Rieti si concede un piccolo rompete le righe prima della partitissima di Coppa con la Ternana (domenica alle 20.30, per il passaggio del turno serve un’impresa). Non è una situazione facile in casa Rieti (vedi il caso Gondo e Gigli) alla vigilia delle sfida coi cugini rossoverdi. Il mercato da diversi giorni è silente, ma oggi c’è stata una piccola svolta. In città sono arrivati tre nuovi calciatori che chiaramente il club deve ufficializzare. Alle 16.30 ultimo allenamento prima della ripresa.

EX B – Innanzitutto, arriva, finalmente, un po’ d’esperienza, al netto se verrà o meno ingaggiato. Ecco Antonio Aquilanti a Rieti. Nato a Lanciano, è del 1985 e nell’ultima stagione in C ha giocato con la Sicula Leonzio; in terza serie vanta 180 presenze nei tre gironi. Nel curriculum, però, ci sono anche 217 presenze in B. Aquilanti ha giocato con le giovanili di Pescara e Fiorentina ma anche con Ascoli, Pro Patria, Lanciano (la squadra della sua città con cui ha fatto la B, assieme al Pescara), Cosenza, Feralpi Salò, Benevento e la stessa Pescara in prima squadra. Difensore centrale, può giocare anche come terzino destro e ha vestito le maglie delle Nazionali giovanili. Nell’ultimo anno, 28 presenze e un gol con la squadra di Lentini. Il tipo di giocatore che serviva al Rieti.

PARAMATTI, FIGLIO D’ARTE – Non dispiace neanche il profilo di un altro fresco arrivo: Lorenzo Paramatti (nella foto grande in evidenza). Classe 1994, di Faenza, tra Serie C italiana, Primavera e Serie B romena (col Poli Timisoara di cui è stato capitano) vanta oltre 100 presenze. Può giocare in mezzo, ma anche sulle fasce nella retroguardia. Cresciuto – oltre che con il mito del papà, ex Juve e campione d’Italia con Nedved e Zidane – tra le giovanili del Bologna e dell’Inter, ha vestito anche le maglie di Siena, Messina, Santarcangelo, Gubbio e Pro Piacenza prima di andare a giocare in Romania. Sfortunato, ha lambito il debutto in B e la promozione in A col Bologna, ma al secondo giorno di ritiro si è infortunato gravemente. LEGGI l’intervista a GianlucaDiMarzio.com

GIOVANE – Continua la linea verde del club amarantoceleste. In città anche Andrea De Paoli, punta centrale classe 1999: ex giovanili di Genoa, Brescia e Ternana, arriva dalla Samb dalla quale si è svincolato.  I tre arrivi sono i sostituti di Gondo e Gigli che alla fine, in qualche maniera, saranno liberati? Non lo sappiamo. Ma almeno qualche movimento c’è. Ed è qualcosa.

Foto: GdM ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.