Presentazione_Colonnine_2725

Rieti vuole essere una Smart City e parte dall’illuminazione pubblica: “Led, manutenzione e inquiniamo meno”

(di Chiara Pallocci) Ridare alla città un’illuminazione moderna, efficace e adeguata alle norme. Un percorso complesso culminato, lo scorso anno, nell’acquisizione al patrimonio immobiliare comunale degli impianti di pubblica illuminazione (linee elettriche, sostegni di varia tipologia e annesse apparecchiature) fino ad allora affidati, in parte, ad Enel Sole. (Leggi)

A partire dal prossimo agosto – e per nove anni -, la società Engie Italia, player dell’energia e dei servizi scelto attraverso il sistema Consip (il programma di razionalizzazione degli acquisti della PA, ndr) affiancherà il Comune di Rieti nel processo di trasformazione della rete di pubblica illuminazione in ottica Smart City: riduzione del consumo di energia e dell’inquinamento luminoso. Il progetto consentirà di diminuire significativamente il consumo annuo di energia elettrica da 5,5 milioni di KWh, a 2 e, con essa, le emissioni di CO2.

Un piano di lavoro che, entro un anno, dovrà essere a pieno regime. Cruciali – e a spesa invariata per l’amministrazione – gli obiettivi della partnership: interventi di manutenzione ordinaria e a guasto sui circa 8000 punti luce, ispezioni diurne e notturne, monitoraggio e controllo dello stato conservativo degli impianti, efficientamento energetico, messa a orma, smaltimenti dei materiali di risulta, riconversione a tecnologia Led del parco illuminotecnico e semaforico di Rieti e delle sue frazioni. E ancora, implementazione del sistema informativo che garantirà l’accesso dell’Amministrazione a tutti i dati relativi agli impianti e del Call Center, attivo h24. La redazione del PRIC (Piano Regolatore Illuminazione Comunale), qualificandosi come uno dei primi Comuni del Lazio a dotarsene.

“Oggi scriviamo una bella pagina” ha dichiarato, in apertura, il sindaco Cicchetti, presente alla conferenza insieme all’assessore all’ambiente Claudio Valentini, al Dirigente del VI settore ambiente, l’ing. Domenico Cricchi e il Sales Manager Coordinator Area Lazio di Engie Servizi SpA, Riccardo Braca.

“Gli impianti che erano di Enel Sole, un terzo dei totali, sono quelli che risultano più ammalorati – ha commentato l’assessore Valentini – e infatti, delle circa 2000 segnalazioni per richiesta di interventi che in questi due anni abbiamo ricevuto, circa il 50% riguardava guasti all’illuminazione. Con questo progetto – prosegue – abbiamo dimostrato come, il partnerariato pubblico-privato, consenta di accettare e vincere sfide nuove. Abbatteremo l’inquinamento – conclude Valentini – allineandoci al Protocollo di Kyoto e all’Accordo di Parigi e, quando, fra 9 anni, torneremo in possesso degli impianti, avremo registrato un notevole risparmio sulla spesa energetica”.

Foto: Renzi ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.