Alberto_Paolucci_8680_life

Reddito di Cittadinanza, Uil: “A Rieti 3600 richieste”

Alberto Paolucci, segretario generale della Uil di Rieti e della Sabina Romana, ha parlato delle domande del Reddito di Cittadinanza nella città di Rieti, illustrando tutte le richieste che sono state recapitate all’Inps: “A Rieti e provincia sono state presentate 3636 domande all’Inps per ottenere il Reddito di Cittadinanza. Dai dati che abbiamo elaborato emerge che il nostro territorio è quello con meno richieste di accesso alla misura introdotta dal governo per contrastare la povertà, davanti a noi c’è infatti la provincia di Viterbo e quella di Frosinone, rispettivamente con 6907 e 12773 domande”.

Poi ha aggiunto – “le cifre aggiornate alla metà giugno evidenziano poi che il maggior numero di domande risale a marzo, quando 2362 uomini e donne hanno presentato la documentazione per poter usufruire del sostegno economico introdotto dal governo gialloverde. La quota di richiedenti è poi scesa gradualmente ad aprile a 659, a Maggio a 496 e infine in questo mese a 119 unità”.

Per concludere: “Spostando lo sguardo al territorio regionale scopriamo che le sostanziose istanze di Latina e dalla Capitale fanno salire nel Lazio le richieste di Reddito di Cittadinanza a 118644. Nella vicina Terni le domande sono state invece 4098, poco più in là, ad Ascoli, 3548. Sul territorio nazionale superano complessivamente il milione (1.315.672). E’ la fascia di età compresa tra 40 e 67 anni quella che più ha richiesto il Reddito, raggiungendo quasi le ottocentomila unità. Poco meno di quarantamila (circa il 3,339 per cento della popolazione) quelli compresi nella fascia di età tra i 18 e i 25 anni”.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email