non_fiato_sprecato

Musica e cultura per far ripartire i territori colpiti dal sisma: ecco “Non è fiato sprecato”

Psy+ Onlus, in collaborazione con ActionAid Italia Onlus, supporta il “Corpo Bandistico della Città di Accumoli” nella promozione e nella realizzazione di un evento di due giorni dal titolo “Non è fiato Sprecato – Giornate Accumolesi degli strumenti a fiato”. L’evento si terrà ad Accumoli nelle giornate del 29 e 30 giugno  sotto la direzione artistica del maestro Enzo Turriziani, primo Trombone dell’Opera di Stato di Vienna e dei Wiener Philharmoniker, e prevede la realizzazione di Masterclass musicali per strumenti a fiato (tromba, trombone, flauto e fagotto). L’iniziativa, che intende promuovere il patrimonio culturale e paesaggistico di Accumoli, mira ad accogliere allievi musicisti da tutte le parti d’Italia per un percorso formativo, stimolante ed arricchente a livello tecnico e umano.

La partecipazione alle Masterclass prevede una quota d’iscrizione inclusiva di vitto, alloggio e trasporti sul territorio. L’evento tuttavia non è a scopo di lucro: gli importi delle quote andranno a coprire i costi dell’iniziativa ed eventuali avanzi di gestione saranno interamente devoluti a favore del “Corpo Bandistico della Città di Accumoli“.

L’associazione Psy+ Onlus è impegnata in attività di sostegno psicologico ed empowerment di comunità nei territori del Centro Italia gravemente colpiti dagli eventi sismici del 2016. Dall’agosto del 2016, nei giorni immediatamente successivi al sisma, Psy+ Onlus è presente nei territori di Amatrice ed Accumoli per offrire supporto individuale e comunitario agli abitanti di questi luoghi, pesantemente travolti dai drammatici eventi calamitosi e dalle gravi conseguenze che questi hanno prodotto nelle loro vite.

“Uno degli interventi di maggior rilievo che abbiamo avuto il piacere di realizzare e che continuiamo a portare avanti riguarda il sostegno alla ripresa delle attività del ‘Corpo Bandistico della Città di Accumoli’, che ad oggi rappresenta l’elemento di maggior unione per la piccola comunità accumolese, che prova a ripartire stringendosi intorno alla musica” ha detto Luca Di Berardo.

Foto: Luca Di Berardo ©

Print Friendly, PDF & Email