Valentini

Valentini risponde al Pd: “Fate ridere. Sono pronti 16 mila euro per sistemare il parco di Piazza Tevere”

L’assessore all’ambiente del comune di Rieti, Claudio Valentini ha risposto agli attacchi che ha ricevuto dal Pd, in merito al parco dell’Elefante a Piazza Tevere (leggi).

“Sorprende e fa sorridere per contenuti e tempistica, l’intervento sul Parco dell’Elefante degli esponenti del Pd reatino che, purtroppo per loro, incappano nell’ennesima figuraccia. Lo scorso 3 giugno, infatti, la Regione Lazio ci ha comunicato lo stanziamento di circa 16mila euro a seguito della domanda, presentata dalla nostra amministrazione comunale, per un bando regionale finalizzato ad attribuire incentivi per la manutenzione di aree verdi da parte dei cittadini. E’ bene ricordare che il parco in questione, quando ci siamo insediati, era in condizioni tali da obbligarci a disporne la chiusura al pubblico dato che necessitava di interventi straordinari molto costosi che avrebbero pesato in maniera eccessiva sul malridotto bilancio comunale.”

Poi Valentini ha continuato: “Si è deciso così di partecipare al bando regionale, poi vinto, e ora con i 16 mila euro procederemo alla sistemazione del Parco. Insomma, noi otteniamo soldi e presto faremo i lavori mentre il Pd reatino, evidentemente sempre più scioccato dal declino che sta vivendo, non riesce neanche a sapere cosa fa la Regione, guidata dal segretario nazionale dello stesso partito. Visto che a Rieti viviamo giornate all’insegna dello sport, l’unica cosa che ci viene da pensare è che i consiglieri del Partito Democratico abbiano voluto regalarci l’ennesimo assist per fare goal a porta vuota. Noi, cortesemente, ringraziamo. E domandiamo al Pd reatino: visto il ritardo con cui la Regione Lazio ha erogato i fondi per l’intervento, dovremmo forse chiedere le dimissioni del presidente Zingaretti?”.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.