Forestale_Convegno

Il futuro del Corpo Forestale dello Stato, se ne parla al convegno dell’Anfor

Sabato, 18 maggio, dalle ore 9,00 alle ore 14,00,  nell’Aula Magna del Polo Universitario di Rieti, si terrà il Convegno dal titolo “Corpo Forestale dello Stato…Il futuro Corpo Forestale dello Stato”, organizzato dall’A.N.FOR. – Associazione Nazionale Forestali.

“A due anni dalla soppressione del Corpo forestale dello Stato, imposta caparbiamente dal Governo Renzi con D.lgs. 177/2016 sulla base di motivazioni a dir poco discutibili – dichiara l’Anfor – intendiamo portare all’attenzione dei parlamentari di tutte le forze politiche, gli unici che potrebbero recuperare il disposto della legge Madia, cos’era realmente il Corpo Forestale dello Stato e non quello che è stato descritto per portarlo alla soppressione, con le conseguenze dannose che si sono già prodotte in questo breve lasso di tempo, a dimostrazione della necessità e dell’urgenza dell’adozione di un nuovo provvedimento legislativo volto alla sua ricostituzione affinché possa ancora continuare a garantire la concreta ed efficace tutela dell’ambiente, della biodiversità, delle foreste, del territorio, prevenendo i danni ambientali dovuti al dissesto idrogeologico ed attuando una capillare azione di prevenzione e lotta agli incendi boschivi su tutto il territorio e procedendo, quando necessario, anche alla repressione dei reati ambientali, volutamente confusa con la più ampia, vasta e rilevante funzione di tutela, protezione e conservazione degli ecosistemi forestali”.

È alla Politica perciò che si rivolge il Convegno: “Vogliamo dimostrare l’erroneità della soppressione del Corpo forestale dello Stato – prosegue l’Anfor nella sua nota – e che, ora, c’è una sola strada percorribile: ricostituirlo con i suoi uomini, con le sue competenze e professionalità, con la sua uniforme e la sua gloriosa bandiera”.

Foto: De Sanctis ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.