rete_impresaMAS_8743_

Le imprese fanno rete e riqualificano il Borgo. Sinibaldi: “Così si rilancia la città e si esce dalla crisi”

Foto: Massimo RENZI ©
Questa mattina l’assessore allo sviluppo economico della Regione Lazio, Giampaolo Manzella, è stato accompagnato dal Vicesindaco di Rieti, Daniele Sinibaldi, dalla direttrice della Cna di Rieti, Enza Bufacchi, e dai referenti delle Reti d’impresa di Cna, in un sopralluogo in Città per verificare alcune delle opere realizzate proprio dalle Reti “Ediconet” e “Porta Romana”.
Lungo il percorso, l’assessore Manzella e il Vicesindaco Sinibaldi hanno potuto constatare parte del grande lavoro messo in campo grazie alle reti d’impresa: la riqualificazione di Porta Romana, la realizzazione di aiuole e recinzioni, l’illuminazione di un tratto del Lungovelino, il ripristino di parte della staccionata danneggiata o divelta, la manutenzione e l’installazione di nuove panchine, la pulizia di pensiline e fontane della zona, l’installazione di un defibrillatore, l’installazione di un totem informativo con QR Code a Piazza Cavour. Tutte realizzazioni che si sono accompagnate nei mesi a spettacoli, eventi, promozione delle attività e varie altre iniziative.
“C’è stato uno sforzo corale di soggetti pubblici e privati per utilizzare nel migliore dei modi uno strumento, quello delle Reti d’impresa, che è stato gestito in maniera ottimale dalla Cna e ha contribuito al decoro e all’innovazione di parte del nostro territorio – ha commentato il Vicesindaco, Daniele Sinibaldi – Mi complimento con tutte le attività che non solo resistono a Rieti ma rilanciano ed hanno voglia di innovarsi e migliorarsi contribuendo anche al miglioramento complessivo della Città, rendendola più attraente e più appetibile. Veniamo da anni di crisi durissimi ma queste iniziative dimostrano che abbiamo, tanto nel pubblico quanto nel privato, gli anticorpi per vincere le sfide che abbiamo di fronte. La disponibilità della nostra Amministrazione comunale a collaborare, come già avvenuto con le Reti d’impresa, è massima e la svilupperemo ancora di più nei prossimi mesi e nei prossimi anni”.

Print Friendly, PDF & Email