Delusione_Rieti_FRA_4331_life

Il Rieti regge un’ora contro il Trapani affamato di B: 2-0 per i granata davanti alle telecamere Rai | FOTO

Foto: Gianluca VANNICELLI ©

(di Christian Diociaiuti) Il Rieti mette i bastoni tra le ruote al Trapani per quasi un’ora, poi cade sotto i colpi della squadra di Italiano: finisce 2-0 (Ferretti e Evacuo su rigore) per i granata che accorciano in vetta, portandosi a soli 4 punti dalla Juve Stabia (che ha pareggiato col Monopoli, 0-0 nell’ultimo impegno) ma soprattutto trovano il 13esimo risultato utile e il nono fuori casa. Rieti che resta a 22 punti, fuori dalla zona playout ma con gli stessi punti di Bisceglie e Siracusa. E nella prossima giornata, scontro diretto a Siracusa per il Rieti mentre il Trapani ospita la Cavese. RISULTATI E CLASSIFICA La gara dello Scopigno, in notturna, è stata giocata davanti alle telecamere Rai, che hanno regalato anche uno spot alla Scopigno Cup con patron Fabrizio Formichetti.

ASSETTO – Capuano non si discosta dal 3-5-2, ma sorprese negli interpreti (squalificato Carpani). Marcone in porta difeso da Mattia, Gigli e De Vito. Sugli esterni, Brumat e Zanchi sulle fasce. Promosso Grillo, che agisce intermedio come Marchi, entrambi guidati da Palma. La punta è Cernigoi (che vince il ballottaggio con Gondo) e dietro di lui c’è Maistro. Italiano, nel suo 4-3-3, è costretto a cambiare a causa delle assenze di Nzola (squalificato) e degli indisponibili Franco, Dambros e Fedato. Porta a Dini, con Costa Ferreira a sinistra e Lomolino a destra; in mezzo alla difesa, Pagliarulo e Scognamillo. A centrocampo Corapi, Taugourdeau, Aloi. In attacco Ferretti, Evacuo e Tulli.

PRIMO TEMPO – Apre le chance di una gara a ritmi alti da subito, Corapi con una punizione procurata dal fallo di Mattia su Lomolino. Palla sotto la traversa, Marcone manda in angolo. E all’occasione del 7’, segue quella del 16’ di Aloi che, grazie a un tiro dal limite manda la palla a destra del portiere, fuori. E sempre Aloi rischia di segnare, al 19’ su un lancio lungo dalla porta, col Rieti pure che va vicino all’autogol, salvando sulla linea con Brumat. Al 27’ gran tiro di Corapi in girata, Marcone respinge e sulla ribattuta si avventa Ferretti che segna, ma è in offside. Ci riprova Ferretti dieci minuti dopo, con un tiro che si abbassa di colpo, ma va fuori. Nel finale di tempo, Brumat crossa in mezzo, Cernigoi non schiaccia, anticipato; sulla respinta ancora cross, di Maistro, e Cernigoi non centra lo specchio. Primo tempo di marca granata, col Rieti che prova a sorprendere nel finale con due occasionissime per Cernigoi.

RIPRESA – Secondo tempo in cui Capuano cambia a centrocampo, ma nelle occasioni primeggia il Trapani. Cross di Costa Ferreira, schiaccia Aloi ma pallone facile preda di Marcone. Il gol ospite arriva al 14’: sterzata di Ferretti in area e appoggio nell’angolino di sinistro, 1-0 per i granata di Italiano. E sempre Ferretti, su un tentativo di Evacuo, che prova ad arrotondare in sforbiciata, con la palla che finisce fuori. Raddoppio al 22’: Brumat atterra Evacuo in area e l’arbitro non ha dubbi, assegnando il penalty battuto direttamente da Evacuo per il 2-0. A tempo quasi scaduto, Garofalo vicino al gol della bandiera per il Rieti. Termina 2-0, anche se il Rieti nel finale protesta per un penalty non assegnato a Svidercoschi.

UOMO RIETILIFE – Detto che il migliore del match è Ferretti, l’Uomo RietiLife è Marchi per la voglia messa in campo e la quantità data al suo centrocampo.

TUTTI ALLO STADIO – Risposta positiva dei tifosi amarantocelesti (due i tifosi granata in curva ospiti) e delle squadre dilettantistiche reatine, invitate con un biglietto a prezzo calmierato, allo stadio ospiti d’eccezione, a partire dall’ex tecnico del Perugia Serse Cosmi, ex tecnico dei granata e cittadino onorario della città siciliana. Presenti anche due ex giocatori del Rieti, Fabrizio Tirelli e Francesco Marcheggiani, accostati al Rieti per un ritorno direttamente dal Cassino, in Serie D.

Print Friendly, PDF & Email