Carpani_EGR_8709_life

Rieti, un punto che serve a poco: 0-0 con la Sicula Leonzio. Per Capuano ancora zero vittorie | FOTO

(di Christian Diociaiuti) Il Rieti e Capuano continuano a non vincere ma collezionano il secondo pari di fila: 0-0 con la Sicula Leonzio. Più movimentato il secondo tempo: c’è un gran colpo di testa del debuttante De Vito su corner per il Rieti e un palo della Sicula (che chiede anche due rigori falli di mano in area, non accordati). Rieti che non vince dal match col Matera, a ffine 2018: da lì due sconfitte e due pari. Anche la Sicula ha intrapreso un cammino identico in termine di punti, due ko e due pareggi. Punto che non serve a nessuno, con le squadre che danno l’impressione, soprattutto nel corso della prima ora di gioco, di aver paura di vincere una partita che di fatto sapeva di scontro diretto, anche se le ambizioni dei due team sono differenti, coi siciliani che puntano ai playoff e il Rieti alla salvezza. Tra i risultati da monitorare da parte del Rieti, pareggio 0-0 tra Trapani e Bisceglie, con reatini e pugliesi appaiati a 19 punti a ridosso della zona playout. RISULTATI, PROGRAMMA, CLASSIFICA Ad assistere al match anche sei tifosi della Sicula in curva; alcuni in tribuna. Presenti anche tanti bambini delle scuole reatine, invitati dal Rieti in settimana con oltre mille ticket gratuiti distribuiti alle elementari e alle medie.

ASSETTO – Nessuna sorpresa di assetto, ma qualcuna nelle pedine, soprattutto del Rieti. Porta a Marcone, come previsto alla vigilia; in difesa con Gigli e Delli Carri va De Vito, che batte Scardala e Mattia. A centrocampo guida Palma, sostenuto a sinistra a Maistro e a destra dall’esordiente Carpani. In attacco Cernigoi e Gondo nel 3-5-2 di Capuano (che assiste dalla tribuna, sostituito da De Simone). È 4-3-3 per Torrente e la Sicula, ma non gioca l’ex Giunta. Polverino tra i pali; De Rossi, Aquilanti, Laezza, Squillace in difesa; D’Angelo, Megelaitis, Marano sulla mediana; Gomez, Miracoli e Dubickas in attacco.

PRIMO TEMPO – La prima chance della gara, al sesto giro di lancette, è di Gomez che, servito da D’Angelo, arriva in porta e guadagna un corner sulla parata di Marcone. A metà primo tempo è Squillace a provarci, su una punizione quasi dal limite. La sfera supera la barriera ed è facile preda di Marcone. Solo al 28’ si vede un po’ di Rieti dopo qualche timida folata: è Maistro, con una conclusione da trequarti, ma la palla è alta. Sempre Maistro, al 42’, ci prova su calcio piazzato: angolatissimo, di poco fuori sul secondo palo. Il primo tempo si chiude sullo 0-0: ritmi bassi e poche chance.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con un colpo di testa di De Vito (8’) che sembra dentro, su corner: svetta il difensore amarantoceleste, palla di poco alta e fuori. Al 22’ proteste Sicula Leonzio: in un contropiede, scambio Miracoli-Dubickas, gli ospiti chiedono il fallo di mano in area di De Vito, ma l’arbitro fa cenno che no, non è rigore. Pochi secondi dopo, incursione in area di Megelaitis, destro potente che si stampa sul secondo palo. Dieci dalla fine, ancora proteste ospiti per un presunto fallo di mano del Rieti in area, ma l’arbitro non accorda. La gara finisce 0-0, anche se nel finale c’è una pericolosa girata del neoentrato Svidercoschi che manda alto e c’è anche una chance di Dubickas.

UOMO RIETILIFE – L’Uomo RietiLife di giornata è Delli Carri. Il difensore della Juventus gioca bene dalla sua parte ed impedisce le incursioni ospiti. È il migliore del Rieti. Uomo del match, invece, Megelaitis.

Print Friendly, PDF & Email