Esultanza_NPC_Rieti_GIA_0770_life

Npc da pazzi! Vince all’overtime 78-77, con Tortona è battaglia | Sfiorato l’aggancio in vetta – FOTO

Foto: Gianluca VANNICELLI ©

(di Roberto Pentuzzi) Nessuna partita è stata vinta facilmente dalla Npc, ma quella di oggi è stata la più incredibile in assoluto. La Zeus Npc ha battuto la Bertram Tortona 78-77 con un canestro in tap in di Bonacini, all’ultimo secondo, dopo un tempo supplementare, con una direzione di gara degli arbitri pazzesca, che ha provato a rovinare uno spettacolo bellissimo al PalaSojourner. Rieti che sfiora l’aggancio in vetta: la Virtus Roma a Casale va sotto per tutto il match e vince solo nel finale, 77-76, mantenendo la distanza dai reatini.

Inizio shock per la Npc per il grave infortunio occorso ad Ogo Adegboye rovinato a terra dopo una fallo subito in entrata e ginocchio destro infortunato alla rotula, fuori gara dopo 30 secondi di gioco. Al suo posto subito Casini, con Tomasini nel ruolo di play, il giorno del suo compleanno, Rieti è scossa, deve giocare un’altra partita rispetto a quella che aveva preparata, è contratta e non trova fluidità di gioco. Regge bene in difesa e concede poco a Tortona, poi una tripla di Conti ed una di Casini creano un piccolo varco, il primo quarto termina 26-15.
Alla ripresa del gioco il cambio di Rossi in cabina di regia, Bonacini al posto di Tomasini non funziona, invece gli ingressi in campo decisi da Ramondino permettono a Tortona di fare un break che li porta sul 37 pari, protagonisti Blizzard e Viglianisi, usciti benissimo dalla panchina. Si sente la mancanza del play titolare, rientra in campo Tomasini per Bonacini, ma alla Npc manca il suo apporto di punti, per fortuna dei padroni di casa che Casini e Toscano non mollano un centimetro di concentrazione, vanno in doppia cifra e consentono a Rieti di chiudere ancora avanti all’intervallo 42-38, ma Tomasini è gravato di 3 falli.
Terzo periodo ancor più contratto e nervoso, Alibegovic non si fa intimorire dal pubblico reatino, inferocito per alcune decisioni arbitrali, la Npc realizza solo 2 punti in 5 minuti e Tortona ne approfitta, andando sul 44-49. Viene fischiato anche un fallo tecnico a Toscano, per simulazione, Bobby Jones prova a scuotersi, ma commette il terzo fallo. Poi Gigli e Conti riportano il punteggio in parità 51-51, ma aggressività delle squadre di Ramondino si fa sentire, la gara è durissima. Un paio di soluzioni fortunose per la Bertram, in particolare un tiro da tre scagliato alla meglio da Blizzard che si è infilato, le consentono di chiudere avanti per la prima volta un quarto, 53-54.
La tensione gioca un brutto scherzo ai padroni di casa, Tomasini è nervoso e commette il quarto fallo, Jones ancora di più e prova a risolvere da solo, senza riuscirci, Rossi è costretto al timeout, i suoi giocatori buttano via una palla dietro l’altra, forzano troppo e Tortona si porta sul 55-60. A metà quarto succede l’inverosimile, ancora una fallo tecnico fischiato a Toscano, sempre per simulazione ed espulsione del numero 7 di Rieti, che perde un altro pezzo importante.
Dal quel momento in poi arbitrare è difficilissimo, il PalaSojourner è una bolgia, i direttori di gara smettono di fischiare in entrambi i sensi, una bomba di Tomasini riporta avanti Rieti 64-61. Casini nel ruolo di play mantiene il vantaggio, poi una tripla di Blizzard rimette equilibrio 66-64, ancora due errori arbitrali macroscopici, non fischiano un fallo evidente a Jones sotto canestro e tralasciano sul possibile quinto fallo dello stesso americano, a 13 secondi è partita 66-66, Carenza regala la palla agli avversari, che non riescono a segnare, si va all’over time.
Ultimi 5 minuti da panico, si procede punto a punto, i contatti di gioco non si contano, il match è spesso fuori controllo, la Npc forza troppo in attacco, regalando palla agli avversari. Gigli realizza un canestro importante sotto canestro, si va sul 76-73, poi c’è il tecnico e quinto fallo a Tomasini. Blizzard è implacabile dalla lunetta e poi realizza la tripla, 76-77, mancano 3 secondi alla fine, serve un miracolo, il segno del destino dice che lo deve fare un ragazzo appena convocato in nazionale, fino a quel momento in ombra, che corregge il tiro sbagliato di uno dei migliori, come Casini. Era scritta così.

Zeus Energy Group Rieti – Bertram Tortona 78-77 (26-15, 16-23, 11-16, 13-12, 12-11)
Zeus Energy Group Rieti: Simone Tomasini 15 (3/8, 1/6), Daniele Toscano 15 (6/8, 0/0), Juan marcos Casini 15 (5/8, 1/4), Bobby Jones 10 (2/8, 1/1), Giovanni Carenza 8 (4/8, 0/2), Alberto Conti 7 (2/4, 1/2), Angelo Gigli 6 (2/3, 0/0), Federico Bonacini 2 (1/2, 0/1), Ogooluwa Adegboye 0 (0/0, 0/0), Leonardo Berrettoni 0 (0/0, 0/0), Paolo Annibaldi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 20 – Rimbalzi: 40 10 + 30 (Giovanni Carenza 9) – Assist: 16 (Simone Tomasini 6)
Bertram Tortona: Brett alan Blizzard 19 (0/2, 6/10), Mirza Alibegovic 12 (1/1, 2/11), Pablo Bertone 11 (2/8, 2/7), Klaudio Ndoja 11 (3/7, 1/7), Gabriele Spizzichini 9 (3/5, 1/3), Kenneth Viglianisi 7 (2/3, 1/3), Luca Garri 6 (1/3, 1/2), Marco Lusvarghi 2 (1/1, 0/0), Lorenzo Gergati 0 (0/1, 0/0), Pietro Ugolini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 11 – Rimbalzi: 32 11 + 21 (Pablo Bertone, Klaudio Ndoja 8) – Assist: 17 (Brett alan Blizzard 7)

 

 

Print Friendly, PDF & Email