rieti-LUC_9591

Rieti, pareggio di lusso all’Arechi: Capuano comincia dall’1-1 contro la Salernitana

(Christian Diociaiuti) Avanti con una punizione di Venancio, raggiunti da un gol di Jallow. È positiva la prima uscita di Ezio Capuano da tecnico del Rieti (leggi le sue parole – guarda la conferenza stampa). Pareggio 1 a 1 contro la Salernitana, formazione di Serie B allenata da Gregucci. Succede tutto nella ripresa allo stadio Arechi, mentre nel primo tempo è il Rieti ad impensierire i padroni di casa davanti al loro pubblico che non gradisce il pareggio a fine gara.

MERCATO – Più che un’amichevole, un vertice di mercato. Capuano nella sua Salerno porta il Rieti per un test di lusso che finisce pari e mette in luce il suo gioco ed il suo Rieti che sa sfruttare i calci piazzati proprio come piace al tecnico campano. Il nuovo allenatore reatino ritrova “tanti amici” come aveva detto alcuni giorni fa e affronta l’oggetto più desiderato del mercato reatino: Nicola Bellomo, l’attaccante classe 1991 vero figlioccio del l’eclettico allenatore amarantoceleste. Bellomo ha giocato nel secondo tempo. Chissà che dopo questa amichevole, già dalla prossima settimana, non potremo vedere qualche granata a Rieti, magari già qualcuno di quel lotto di prestiti alla Pro Piacenza che Fabiani vuole ri-assegnare visto che a Piacenza la situazione è delicata.

VICINI – La partita, giocata in un Arechi non pienissimo nonostante l’ingresso gratuito, è stata l’occasione per una stretta di mano tra Andrea Gianni, che sta curando gli interessi del Rieti ufficialmente da consulente, ma muovendosi a tutti gli effetti come un direttore generale, e Angelo Fabiani, diesse granata amico di Rieti. L’hanno vista insieme dalla tribuna, a fianco del segretario della Salernitana De Rose e il collaboratore dei campani Bianchi.

IN CAMPO – Capuano che non fa certo sorprese e sceglie il 3-5-2 ma, rispetto a quanto visto negli allenamenti, sulla corsia sinistra non c’è Dabo ma Kean. Per il resto, Costa tra i pali, Delli Carri, Pepe e Gigli in difesa; Venancio e Kean esterni; Diarra, Palma e Konate a centrocampo. Maistro dietro a Gondo. Gregucci, invece, manda in campo un 3-4-3 che vede davanti Orlando, Djuric, Rosina; Bellomo in panchina.

LA PARTITA – Il match è una prova di tenuta di questo Rieti con una squadra di categoria superiore, ma è anche olio per gli ingranaggi del sistema di gioco di Capuano con i giocatori a disposizione. Il Rieti non sfigura, regge, attacca e si tiene a galla. Equilibrio nel primo tempo, con una traversa colpita da Gondo per il Rieti, sulla punizione di Maistro e l’allungo di Di Tacchio. Sempre Gondo, a fine tempo, prova a sbloccare. Sintomo che no, Capuano a Salerno non è andato a fare una passeggiata. A inizio ripresa succede di tutto: Venancio su punizione porta in vantaggio il Rieti ma è Jallow a pareggiare per i granata.

RIVIVI LE AZIONI DEL MATCH CLICCA QUI

UN EX SERIE A – Molti i nomi di mercato fatti in queste ore, oltre a tanti ex Pro Piacenza in prestito dalla Salernitana (come Kalombo, Volpicelli, ecc). Smentito categoricamente, invece, l’accostamento dell’ex diesse del Matera, Volume, al Rieti. Tornando ai calciatori e dando già per citato il nome di Bellomo (su di lui anche la Reggina), nelle ultime ore si sono aggiunti i nomi di Archimede Morleo, difensore 83 ex Bologna ora svincolato, dell’esterno ’91 Davide Bariti (dalla Triestina), del portiere Diamante Crispino (’94, dal Bisceglie), Matteo Brumat, esterno destro 1995 del Siena (che ha lavorato con Capuano ad Arezzo) fino al terzino sinistro (’91, che si svincola dalla Pro Piacenza), Andrea Zanchi.

Foto: Nicola Ianuale © Salerno

Print Friendly, PDF & Email