BF_Sport_Poggio_Mirteto_1817_life

Cavallari, De Giorgi e Antonacci: Babadook non si ferma più, 3-1 al Poggio Mirteto | TUTTE LE FOTO

Foto: Gianluca VANNICELLI / Agenzia PRIMO PIANO ©

(di Matteo Dionisi) Babadook non si ferma più, il Poggio Mirteto si sveglia troppo tardi: i ragazzi allenati da Davide Colantoni mettono 3 punti in cassaforte nell’undicesima giornata di Prima Categoria (girone C) vincendo 3-1, e conquistano la nona vittoria in campionato (prima a 25 punti insieme a Montesacro). Il Poggio Mirteto rimane nelle zone basse della classifica con soli 8 punti (terzultima in classifica). L’arbitraggio del match della partita è stato affidato a Daniele Carrone Tamburro di Tivoli; prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo di Stefano Colasanti, il vigile del fuoco-eroe che ha perso la vita nell’esplosione sulla Salaria lo scorso 5 dicembre.

LA PARTITA – Subito Babadook: Cavallari prende palla dai 20 metri, dribbling secco sul difensore e destro che finisce all’angolino basso, è 1-0. Il Poggio Mirteto ci prova al 15’, palla in profondità per Lugini, che si sposta la palla sul destro e prova a trovare il pareggio, senza successo però. Dopo 15 minuti dalla ripresa la squadra di casa trova il raddoppio su calcio di rigore: De Giorgi, di destro spiazza il portiere e trova la rete del 2-0. Il Poggio Mirteto ci crede e non si arrende, al 38’Galletti arriva prima di tutta in area dopo la battuta del calcio d’angolo e gonfia la rete, è 2-1. Cavallari recupera la palla, lancia in profondità Antonacci che con un pallonetto dai 30 metri scavalca il portiere e trova la rete del ko, è 3-1.

SPOGLIATOI – L’allenatore di Babadook, Davide Colantoni, commenta così la gara: “Ci hanno messo un po’ in difficoltà, sono una buona squadra nonostante la classifica. Nel secondo tempo abbiamo preso le misure e giocato meglio, peccato per quel gol su palla inattiva”. Il presidente del Poggio Mirteto, Marco Sautelli: “Partita giocata ad armi pari per me, loro sono stati più bravi di noi a concretizzare le occasioni. Testa alla prossima”.

Print Friendly, PDF & Email