Esultanza_NPC_Rieti_0830_life

Npc mai così in alto! Battuta anche Bergamo, 14 punti è record | FOTO

(di Roberto Pentuzzi) Mai così in alto. La Npc vince 72-68 con Bergamo, la aggancia a 14 punti e sogna: adesso è solo a due punti dalla vetta della Serie A2 vista la sconfitta della capolista Virtus Roma a Siena, ed è nel gruppone delle quattro squadre a 14. Nei precedenti 3 campionati, Npc Rieti mai così in alto dopo 11 giornate; al massimo 12 punti nella prima stagione in serie A2, 2015/2016. È record. Si tratta del terzo successo di fila, il settimo in totale.

CHE GRINTA – Se il coach Alessandro Rossi voleva sapere se questa squadra può ambire ai primi 4 posti della classifica ha avuto una risposta forte e chiara, Gigli e compagni hanno una grinta ed un carattere incredibile mettono il cuore in campo e non mollano mai un centimetro. Soprattutto dimostra di saper gestire la partita per gli interi 40 minuti e fare le scelte decisive con grande lucidità.

SENZA TOSCANO – La Npc inizia subito forte, sfrutta il rientro di Tomasini, anche se deve rinunciare a Toscano. È difficilissimo per entrambe le squadre andare a canestro, viste le difese messe in campo da Rossi e Dell’Agnello. Si lotta su entrambi i lati del campo, osservati speciali sono Jones per Rieti, marcato prima da Fattori, poi da Zucca, dall’altra parte Roderick, seguito come un’ombra da Conti. Risultato: si segna poco ed il primo quarto termina 19-16.

13-0 BERGAMO – Seconda frazione ancora in equilibrio, ma Bergamo ha provato a prendere in mano la partita, soprattutto con Roderick, che insieme ai compagni piazzano un parziale di 13-0, proprio quando sono in panca i titolari Tomasini e Jones. Tornati in campo loro,  con un decisivo contributo di Adegboye e la precisione di Carenza, Rieti recupera ed infiamma un PalaSojourner abbastanza carico di energia: si va al riposo sul 32-33, ma è una partita durissima.

CRESCE BOBBY – La sfida Roderick-Conti si accende sempre di più, l’americano segna e fa segnare, ma l’under della Npc non lo molla mai e trova una tripla importante, seguita da un’altra di Casini ed una di Bonacini, poi sale in cattedra Bobby Jones e Rieti prende un piccolo vantaggio. A tratti Roderick si innervosisce e Dell’Agnello lo tiene quasi 4 minuti in panchina, cerca di compensare l’altro americano Taylor, ma chi dà un grande contributo a Bergamo è il lungo Benvenuti, nonostante tutto Rieti chiude avanti 56-50.

TOMASINI DECISIVO – Negli ultimi 10 minuti di gioco è un batti e ribatti tra Tomasini e Taylor. Bergamo stringe molto le maglie in difesa, Roderick non ci sta e le tenta tutte, anche dalla linea della carità, ma chi realizza un canestro decisivo è ancora Bobby Jones (in entrata) che poi cattura un rimbalzo su tiro libero sbagliato di Roderick e subito dopo commette un fallo tattico su Taylor sul punteggio di 70-66. Taylor fa due su due dalla lunetta, a 7 secondi dalla fine Rieti è avanti 70-68. Dell’Agnello decide di fare fallo sistematico, ma Tomasini ruba 3 secondi, poi subisce il fallo e poi fa un 2 su 2 decisivo. Quattro secondi al termine 72-68, palla in mano a Bergamo. Taylor tenta il tiro impossibile e lo sbaglia. Arriva ancora una vittoria importante per la Npc Rieti.

Zeus Energy Group Rieti – Bergamo 72-68 (19-16, 13-17, 24-17, 16-18)

Zeus Energy Group Rieti: Simone Tomasini 16 (4/4, 1/7), Bobby Jones 16 (7/9, 0/2), Ogooluwa Adegboye 13 (3/4, 1/6), Alberto Conti 9 (2/3, 1/4), Giovanni Carenza 8 (1/1, 2/4), Angelo Gigli 4 (2/3, 0/0), Juan marcos Casini 3 (0/0, 1/4), Federico Bonacini 3 (0/2, 1/2), Aleksa Nikolic 0 (0/0, 0/1), Daniele Toscano 0 (0/0, 0/0), Leonardo Berrettoni 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 14 – Rimbalzi: 24 1 + 23 (Bobby Jones 8) – Assist: 17 (Simone Tomasini 4)
Bergamo: Terrence Roderick 21 (5/9, 1/5), Brandon Taylor 20 (4/5, 3/7), Lorenzo Benvenuti 13 (5/10, 1/2), Dario Zucca 6 (3/3, 0/1), Luigi Sergio 3 (0/0, 1/3), Giovanni Fattori 3 (0/2, 1/5), Andrea Casella 2 (0/0, 0/3), Ruben Zugno 0 (0/0, 0/2), Ferdi Bedini 0 (0/0, 0/0), Marcello Piccoli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 15 – Rimbalzi: 30 8 + 22 (Terrence Roderick 8) – Assist: 13 (Terrence Roderick 5)

Foto: Gianluca VANNICELLI / AGENZIA PRIMO PIANO ©

Print Friendly, PDF & Email