lina_cusano_conferenza_procura_

Salaria, tre indagati per omicidio colposo. La Procura: “Poteva essere una catastrofe”

(r.l.) Ci sono tre indagati per l’esplosione di mercoledì sulla Salaria, che ha causato due morti e diversi feriti. Lo riferisce in una conferenza stampa la procura di Rieti. Si tratta del gestore e un dipendente del distributore e l’autista dell’autocisterna esplosa. L’ipotesi di reato per tutti è di omicidio colposo. La loro iscrizione, ha spiegato il procuratore capo di Rieti, Lina Cusano “è necessaria per l’esecuzione di attività irripetibili”. “È in corso l’autopsia, nel pomeriggio entrambe le salme saranno a disposizione dei parenti” ha aggiunto il sostituto procuratore Lorenzo Francia parlando delle due vittime, il Vigile del Fuoco Stefano Colasanti e Andrea Maggi. Non sono ancora state ufficializzate, dunque, le date e le modalità dei funerali delle due vittime. Già domani potrebbe esserci il funerale almeno di Stefano Colasanti.

POTEVA ESSERE ANCOR PIÙ DISASTROSO – Alla conferenza stampa erano presenti Lina Cusano e Lorenzo Francia per la Procura, il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Rieti, Mauro Caciolai: “Le conseguenze potevano essere veramente disastrose – spiega Lina Cusano, procuratore Capo di Rieti, parlando dell’incidente di due giorni fa a Borgo Santa Maria– Il materiale era di una infiammabilità devastante, basti solo sapere che la maggior parte dei filmati diffusi vengono da soggetti che erano a bordo di un pullman del Cotral. La deflagrazione che ha scaraventato l’autobotte era di pochi minuti dopo. Vi sarebbero state conseguenze ancora più dolorose rispetto a quelle che già oggi ci sono. I Vigili del Fuoco hanno perso una persona che ha dato dimostrazione di quanta abnegazione ci sia”.

ERRORE UMANO? – Ancora Lina Cusano: “Incidente probatorio? Dipende dall’evoluzione delle cose. L’attività investigativa dei Vigili del Fuoco sarà di supporto. Un errore umano? Non abbiamo piste in questo momento. Abbiamo recuperato elementi di valutazione. Certamente non doveva accadere”. Il numero uno dei Vigili del Fuoco reatini, nella conferenza stampa, ha fatto anche il punto sulle condizioni sui Vigili del Fuoco reatini: “Sono cinque: uno è stato dimesso ieri, tre sono ricoverati al Sant’Andrea con ustioni e fratture e un altro è ricoverato al Sant’Eugenio con ustioni importanti”.

 

Foto: Gianluca VANNICELLI / Agenzia PRIMO PIANO ©

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.