im-strada

“No al caro pedaggi, sì a maggiore sicurezza”: protesta al Ministero dei trasporti

Il Gruppo consiliare “IntesaValTurano” costituitosi di recente in seno alla Comunità Montana del Turano parteciperà con una propria delegazione alla nuova manifestazione di protesta organizzata per le ore 10.30 di mercoledì prossimo 5 dicembre sotto la sede del Ministero dei Trasporti – Porta Pia – dagli amministratori del Lazio e Abruzzo, dalle organizzazioni degli autotrasportatori, dalla Confcommercio e da Cgil, Cisl, Uil territoriali.

“Quella di mercoledì è infatti una nuova tappa della protesta di popolo e amministratori di questa zona abruzzese –  laziale attraversata dalle autostrade A24 e A25 particolarmente vessata dai continui e sostenuti aumenti del pedaggio, l’ultimo dei quali – dopo la temporanea sospensione dell’ottobre scorso – scatterà dal 1° gennaio 2019″ spiegano.

Ma in questa occasione, dopo i tristi fatti di Genova, si tornerà a parlare anche di sicurezza stradale per coloro che transitano sulle due autostrade e pure per questo il Gruppo consiliare comunitario “IntesaValTurano”, oltre ad assicurare la presenza di una propria rappresentanza, sollecita una massiccia presenza di sindaci, amministratori, cittadini, associazioni, per gridare con forza: NO al caro pedaggi, SI alla sicurezza”.  Ad annunciarlo è il capogruppo, Mario Petroni.

Foto: RietiLife ©

Print Friendly, PDF & Email