Delusione_Casini_5294

La Npc si autodistrugge: Biella passa 67-57 | Da +14 al ko nonostante un super Frazier

(di Roberto Pentuzzi) L’ultimo quarto è fatale alla Npc Rieti, che cede all’esordio con Biella 57-67, dopo aver condotto per tre quarti: non si può vincere se nel quarto decisivo si segnano solo 7 punti e gli avversari ne infilano 23. Le energie sono terminate nel momento decisivo per i reatini, quando gli americani di Biella sono saliti in cattedra. Il miracolo stava per riuscire, il publico ci credeva, ma gli innesti dell’ultima ora ed i recuperi di Frazier e Bonacini non hanno aiutato coach Rossi in una partita che poteva andare in modo diverso. È atteso soprattutto l’inserimento dell’americano Bobby Jones, ancora fuori da tutti i meccanismi.

FRAZIER  23 PUNTI – Riesce a sopportare la maschera protettiva per il naso solo 2 minuti, poi la toglie e ha il diavolo in corpo: JJ Frazier protagonista assoluto nel primo, quando con ben 15 punti (saranno 23 alla fine) realizzati in un batter d’occhio regala la Npc un parziale di 13-0 che frutta il vantaggio per i padroni di casa 24-15. Buon impatto anche di Tomasini; per Biella prova a tenere solo l’ex Sims, mentre Bobby Jones fatica ad entrare nei meccanismi della gara.

JONES DA RIVEDERE – La Zeus tiene bene anche nella seconda frazione, Tomasini aumenta il ritmo e realizza con continuità. Se Rossi gongola, Carrea non sa dove mettersi le mani per trovare il bandolo della matassa, prende anche un fallo tecnico. L’esperto play Saccaggi fatica a difendere su Frazier e di conseguenza non mette in ritmo la propria squadraq; qualche punto arriva da Wheatle, ma Gigli e compagni sembrano gestire la situazione e si va al riposo sul 39-27, anche se Jones realizza il primo punto dopo 14 minuti di gioco.

ULTIMO QUARTO SHOCK – Dopo il riposo, un parziale di 5-0 di Harrel riavvicina Biella, che arriva fino a meno 4. Dopo un fallo tecnico fischiato a Carenza, la Npc reagisce e riprende 10 punti di vantaggio, ma Harrel, autore di un gran quarto, non si ferma più e consente alla sua squadra di limitare i danni, 50-44. Poi l’ultimo quarto shock. Rieti si autodistrugge, si sono visti debutti migliori. Domenica prossima a Siena serve una reazione immediata.

Zeus Energy Group Rieti – Edilnol Pallacanestro Biella 57-67 (24-15, 15-12, 11-17, 7-23)
Zeus Energy Group Rieti: J.J. Frazier 23 (5/12, 2/6), Simone Tomasini 11 (3/6, 1/4), Daniele Toscano 8 (2/6, 1/4), Juan Marcos Casini 6 (1/4, 1/3), Angelo Gigli 4 (2/6, 0/0), Giovanni Carenza 4 (2/2, 0/2), Bobby Jones 1 (0/6, 0/3), Federico Bonacini 0 (0/1, 0/2), Aleksa Nikolic 0 (0/0, 0/0), Edoardo Moretti 0 (0/0, 0/0), Leonardo Berrettoni 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 12 / 13 – Rimbalzi: 31 8 + 23 (Angelo Gigli 10) – Assist: 9 (Daniele Toscano 3)
Edilnol Pallacanestro Biella: K.t. Harrell 26 (3/7, 5/6), Deshawn Sims 14 (4/12, 1/3), Carl Wheatle 13 (3/5, 1/3), Lorenzo Saccaggi 8 (3/5, 0/4), Giovanni Vildera3 (1/2, 0/0), Albano Chiarastella 3 (1/1, 0/3), Matteo Pollone 0 (0/0, 0/0), Marco Torgano 0 (0/0, 0/1), Obinna Nwokoye 0 (0/0, 0/0), Gianmarco Bertetti 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 16 / 24 – Rimbalzi: 40 7 + 33 (Carl WheatleAlbano Chiarastella 12) – Assist: 13 (K.t. HarrellCarl WheatleGiovanni Vildera 3)

RISULTATI

Foto: Emiliano GRILLOTTI ©

Print Friendly, PDF & Email